Home > Rubriche > Coming Soon > Dal 4 marzo – Il Gioiellino sembra essere The Fighter

Dal 4 marzo – Il Gioiellino sembra essere The Fighter

Altra settimana pregna di uscite cinematografiche, anche se a svettare sono solo un paio di film.

Si comincia con “Piranha 3D” nuovo film del regista Alexander Aja interpretato da Elisabeth Shue, Adam Scott, Richard Dreyfuss e Ving Rhames. Siamo dalle parti dello splatter con un gruppo di protagonisti che dovrà vedersela con la minaccia dei terribili pesci carnivori. Il regista ci ha già regalato ottime pellicole horror, speriamo che non ci deluda proprio questa volta.

Ad attirare maggiori attenzioni però ci pensa “The Fighter” con Christian Bale, Mark Wahlberg, Amy Adams e Melissa Leo. È la storia di due fratelli pugili che lotteranno non solo per vincere sul ring ma anche per arrivare ad un’unione familiare salda e indistruttibile. Quasi sicuramente troverà il suo punto di forza nelle interpretazioni degli ottimi attori protagonisti e nella metafora del pugilato come lotta per la propria affermazione.

Emma Stone, Stanley Tucci e Amanda Bynes sono, invece, i protagonisti di una commedia adolescenziale, “Easy Girl“, in cui la protagonista si ritrova vittima di una calunnia riguardante la sua verginità diffusa alle sue spalle. Presto scoprirà il modo di sfruttarla a suo vantaggio, anche se poi perverrà a disguidi di non poco conto. Quasi sicuramente anche lo spettatore si troverà ad affrontare vari disguidi di apprezzamento del film, che pare più adatto agli adolescenti, appunto, che al pubblico appartenente ad altre fasce d’età.

Dalla commedia adolescenziale a quella sentimentale con “Il Buongiorno Del Mattino” (“Morning Glory”) interpretato da Rachel McAdams, Harrison Ford, Patrick Wilson, Jeff Goldblum e Diane Keaton. Una produttrice televisiva viene licenziata e si trova costretta ad andare a lavorare per un programma mattutino dagli ascolti bassissimi. Decide di rilanciarlo, allora, richiamando un vecchio conduttore televisivo di successo che si ritrova accanto ad una co-conduttrice che non sopporta. I due litigheranno tutto il tempo e la produttrice si ritroverà ad affrontare una crisi sentimentale col suo compagno. Chissà come andrà a finire tra queste due coppie? Se proprio vi interessa allora correte al cinema…

Si conclude con tre film italiani, di cui solo uno sembra decisamente imperdibile: “Il Gioiellino“, film di Andrea Molaioli con Toni Servillo e Remo Girone, incentrato sul crac Parmalat raccontato tramite una storia di fantasia che si rifà a quell’evento quasi con gli stilemi del thriller. Il cast e il regista già invogliano alla visione, l’argomento fa il resto.

Si prosegue poi con “Una Cella In Due” con Enzo Salvi e Maurizio Battista nel ruolo di due personaggi, un precario con problemi sentimentali e un avvocato che tradisce la moglie, che si incontrano in carcere e diventano amici per poi ritrovarsi dopo anni con dei ruoli completamente invertiti. Il primo sarà diventato ricco e avrà una bella vita sentimentale, il secondo sarà caduto in disgrazia economica e amorosa. Qualcosa li condurrà di nuovo alla rovina… Non per essere catastrofici, la speranza è che la stessa pellicola non si avvii verso la rovina.

Per finire abbiamo “La Vita Facile” con Stefano Accorsi, Pierfrancesco Favino e Vittoria Puccini inseriti in una sorta di triangolo amoroso in cui i due uomini sono due dottori che prendono strade diverse, uno rimane in Italia diventando un importante e famoso medico, l’altro parte per l’Africa a lavorare negli ospedali di campo. Dopo anni i tre si ritroveranno nel paese “nero” e le scintille di un tempo si riaccenderanno. Chissà se anche per lo spettatore si accenderà qualche scintilla…

Scroll To Top