Home > Rubriche > Coming Soon > Dal 7 novembre – Inizia novembre: 007 e tanto altro

Dal 7 novembre – Inizia novembre: 007 e tanto altro

Le uscite settimanali si infittiscono, i week-end cinematografici si fanno progressivamente più robusti, entro la fine del mese gli Oscar-dipendenti cominceranno già a fare i primi pronostici.
Daniel Craig irrompe in sala vestendo di nuovo gli eleganti panni di James Bond in “Quantum of Solace” di Marc Forster e a prescindere dalla passione più o meno forte che si può provare per le avventure dell’agente segreto, questo ennesimo 007 è un prodotto decisamente succoso che vede appunto Forster alla regia, Paul Haggis alla sceneggiatura e che schiera un bel gruppo di attori (oltre a Craig, Judi Dench, Jeffrey Wright, Gianfranco Giannini) a fronteggiarsi sulla scena.
Altrettanto appetitoso è “The Burning Plain“, esordio nel lungometraggio di Guillermo Arriaga, già sceneggiatore per Alejandro González Iñárritu, che torna a raccontare le vite intrecciate di esseri umani geograficamente lontani.

Dopo “Albakiara”, l’Italia continua ad occuparsi delle esistenze di adolescenti amorali e violenti: “Un Gioco Da Ragazze” di Matteo Rovere, tratto da un romanzo di Andrea Cotti e già attaccato dalla censura: racconta infatti i giochi perversi di tre diciassettenni inquietanti e manipolatrici. Nel cast figurano buoni nomi adulti (Filippo Nigro, Valentina Carnelutti) e lo spunto narrativo, benché spinoso e difficile da trattare in maniera non ovvia o standardizzata, è sicuramente interessante.

Di tutt’altro genere gli altri film italiani in uscita, entrambi firmati da registi emergenti: “Un Altro Pianeta” di Stefano Tummolini e “Il Pugile E La Ballerina” di Francesco Suriano. Il primo è una commedia costata pochissimo e costruita su atmosfere sfumate e allo stesso tempo ironiche che vuole raccontare l’incontro più o meno casuale di personaggi su una spiaggia, una mattina d’estate. La pellicola di Suriano è invece un dramma, anch’esso incentrato sulla messa in scena di rapporti interpersonali e affettivi. Due titoli che incuriosiscono ma per i quali resta da verificare l’effettiva distribuzione nelle sale che sicuramente (nel week-end di 007, oltretutto) non sarà affatto capillare.

Frontièrs“, horror franco-svizzero, porta l’ennesimo gruppo di ragazzi nell’ennesimo ostello spaventoso dove avverranno le ennesime, insopportabili violenze. Non particolarmente originale, almeno all’apparenza, ma forse duro e crudo abbastanza da divertire gli amanti del genere.
Dall’Europa arriva pure un piccolo film d’animazione tedesco, “Tiffany E I Tre Briganti” (“Die drei Räuber”): di ispirazione letteraria, è una fiaba disegnata con un tratto grazioso e suggestivo, anche se forse un po’ troppo semplice per una produzione rivolta al grande schermo.

Arricchiscono l’offerta settimanale la commedia romantica “Just Friends” (con Ryan Reynolds, Amy Smart, Anna Faris) e “Deep Water“, documentario del 2006 dedicato a David Crowhurst, l’uomo che nel 1968 tentò la prima regata in solitaria intorno al mondo.

Scroll To Top