Home > Rubriche > Coming Soon > Dal 9 Gennaio – Le sette anime di Muccino e il valzer di Bashir

Dal 9 Gennaio – Le sette anime di Muccino e il valzer di Bashir

Passate le feste, le nuove uscite riprendono con rassicurante regolarità; si può guardare con lieta fiducia al resto dell’inverno e prepararsi ai premi, Golden Globe e Oscar in testa, ormai sempre più vicini.

Questa settimana arriva dalla Svezia “Lasciami Entrare” (“Låt den rätte komma in”), dramma adolescenziale colorato da pennellate horror sull’amicizia tra un ragazzino tormentato dai bulli e una piccola vampira. Distribuito ora probabilmente sulla scia di “Twilight”, è un piccolo film interessante che con la celebre saga vampiresca statunitense condivide però soltanto l’origine di matrice letteraria.

Dagli Stati Uniti proviene invece l’ultima fatica di Gabriele Muccino, che sembra ormai definitivamente emigrato oltreoceano e aver trovato in Will Smith un definitivo compagno di set: l’attore americano è infatti nuovamente protagonista, dopo “La Ricerca della Felicità”, di questo nuovo “Sette Anime” (“Seven Pounds”). Muccino non è mai stato, nemmeno in patria, un regista universalmente apprezzato, tuttavia può essere intrigante vedere come sta portando avanti il suo lavoro in un contesto produttivo tanto diverso da quello italiano.

Nel tentativo di conquistare il favore del pubblico Will Smith dovrà però vedersela con Jim Carrey, che in “Yes Man” veste in panni di un uomo che per uno strano caso si trova a dover rispondere sempre “sì”.

Si torna invece in Europa con Kristin Scott Thomas, Colin Firth, Jessica Biel e Ben Barnes, protagonisti di “Un Matrimonio All’Inglese” (“Easy Virtue”), commedia tratta dalla pièce teatrale di Robert Coward che vanta un cast simpaticamente brillante – soprattutto per parte britannica.

Di tutt’altro genere l’israeliano “Valzer Con Bashir” (“Waltz With Bashir”), docu-drama d’animazione sul periodo della guerra tra Libano e Israele. Affascinante sul piano artistico ed estetico, corposo e difficile su quello storico-politico, non è forse il film migliore per chiudere in letizia il periodo festivo. Ma è sicuramente un’ottima scelta per chiunque abbia voglia di scuotere occhi e mente dopo il torpore natalizio.

Scroll To Top