Home > Rubriche > Coming Soon > Dal 9 ottobre – Par condicio tra interessanti ed evitabili

Dal 9 ottobre – Par condicio tra interessanti ed evitabili

Correlati

Sei film in uscita, di cui tre sulla carta molto interessanti e tre ad occhio evitabili.
Della prima categoria fanno sicuramente parte:
“La Doppia Ora”, di Giuseppe Capotondi con Ksenia Rappaport e Filippo Timi, in cui la prima interpreta una cameriera straniera e il secondo un ex-poliziotto ora custode di una villa. I due si incontrano ad uno speed-dating ed è subito amore, solo che l’uomo muore improvvisamente lasciando la donna sola con il proprio dolore e soprattutto con i sospetti che le ricadono addosso. Un film che mescola thriller e sentimento e che ha dalla sua parte un duo d’attori di alto livello.

“Motel Woodstock” (“Taking Woodstock”), di Ang Lee è la storia di un aspirante arredatore d’interni che lavora nel motel dei propri genitori. Una serie di casuali eventi lo porterà a mettere in atto il meccanismo di organizzazione di uno dei festival più importanti della storia del rock, quello di Woodstock appunto. Un plot quantomai interessante, non solo per gli amanti della musica (si prospetta una buonissima colonna sonora), ma anche per chi apprezza il cinema di Lee.

“Ricky – Una Storia D’Amore E Libertà” (“Ricky”), di François Ozon, è incentrato sulla nascita di un bambino molto particolare. Paco e Katie mettono al mondo Rickie a cui presto spunteranno due piccole ali sulla schiena. Una vera e propria fiaba che potrebbe conquistare i duri e i meno duri. Con la speranza che non si scada nella melassa.

Nel gruppo degli evitabili abbiamo invece:
“Barbarossa” di Renzo Martinelli con Raz Degan, e niente meno che Rutger Hauer, film medievale in costume incentrato sulle peripezie dell’imperatore che assedia Milano e che trova sulla sua strada un uomo in cerca di vendetta per la perdita dei suoi cari. Il rischio macchietta-fiction è dietro l’angolo.

“Le Mie Grosse Grasse Vacanze Greche” (“My Life In Ruins”), in cui una guida turistica si ritrova ad accompangare alcuni turisti in Grecia, luogo in cui gliene succederanno di tutti i colori cambiando la sua natura seria e pedante. C’era davvero bisogno di proseguire su questo trend ormai usurato?

“Fame – Saranno Famosi” (“Fame”) in cui un gruppo di aspiranti attori, ballerini o cantanti frequentano una scuola per diventare famosi. Avete presente Amici di Maria De Filippi? Ecco, trasferitelo a New York è il risultato è praticamente lo stesso, ossia un disastro.

Scroll To Top