Home > Rubriche > Coming Soon > Dall’11 settembre – Tra comunisti, cattivi tenenti e anziane malefiche

Dall’11 settembre – Tra comunisti, cattivi tenenti e anziane malefiche

Correlati

Le nuove uscite cinematografiche di solito arrivano ogni venerdì, ma di tanto in tanto la nostra ditribuzione inserisce qualche film in sordina, come capiterà questa settimana con “Questione di punti di vista” (“36 Vues Du Pic Saint-Loup”), di Jacque Rivette con Sergio Castellitto e Jane Birkin che ruota attorno alle vicende dei membri di un circo e “Una soluzione razionale” (“Det Enda Rationella”), storia di una specie di scambio di coppie, entrambi in uscita l’8 e il 9 settembre.

A partire da venerdì, invece, ci saranno cinque film nelle sale italiane con alcune uscite davvero succulente, o apparentemente tali.

Primo dei film distribuiti è “G.I. Joe: La Nascita Dei Cobra” (“G.I. Joe: Rise Of Cobra), in cui una forza speciale di militari scelti dovrà combattere una cellula di criminali terroristi. Nel cast una serie di attori di una certa fama: Channing Tatum, Sienna Miller, Jospeh Gordon-Levitt, Dannis Quid, Rachel Nicols, Christopher Eccleston.

A seguire, l’attesissimo “Drag Me To Hell” del regista cult Sam Raimi che dopo la parentesi superomistica ritorna all’horror con questa pellicola in cui un’anziana signora lancia una terribile maledizione sull’impiegata bancaria che si è rifiutata di concederle un’estensione dell’ipoteca sulla sua casa. La curiosità su ciò che potrebbe accadere in una situazione del genere è davvero tanta, considerando anche la vena orrorifica ma anche ironica del regista.

Terzo film in uscita è “Il Grande Sogno” di e con Michele Placido che vanta nel cast attori come Riccardo Scamarcio, Jasmine Trinca, Luca Argentero e Laura Morante. Ambientato nel ’68 narra le vicende di un poliziotto aspirante attore, che si ritrova a fare l’infiltrato in un’università in fermento dove conoscerà una ragazza piena di sogni di rivoluzione e uno studente operaio. Tra i tre nasceranno amicizie, amori, rivalità e passioni. Ma non sarà che Scamarcio si è abituato troppo al suo ruolo in “Mio Fratello È Figlio Unico”?

Si prosegue con il film della settimana che suscita più curiosità e cioè “Il Cattivo Tenente – Ultima Chiamata New Orleans” (“Bad Lieutenant: Port of Call New Orleans”), remake della bellissima pellicola di Abel Ferrara. Qui alla regia abbiamo il grande Warner Herzog che ha deciso di far interpretare il suo film da Nicolas Cage, Eva Mendes e Val Kilmer. Leggendo la trama, comunque, si stenta a trovare punti di connessione con l’originale per cui viene il dubbio che non si tratti di un vero e proprio remake ma solo di uno “scippo” di tematiche e atmosfere. L’unica cosa certa è che raramente, se non mai, Herzog ha deluso i suoi spettatori.

Per finire, abbiamo “Cosmonauta” di Susanna Nicchiarelli con Claudia Pandolfi e Sergio Rubini. Ambientato negli anni ’50, il film racconta la storia di Luciana, una bambina di 9 anni, che fugge dalla cerimonia della sua comunione, perché si ritiene una comunista, come suo padre e suo fratello e che cresce nella fede verso l’Unione Sovietica e la rivoluzione. Non saranno troppi i film incentrati sul comunismo questa settimana?

Scroll To Top