Home > Rubriche > Coming Soon > Dall’8 luglio – Tra commedie e film impegnati

Dall’8 luglio – Tra commedie e film impegnati

Si sa, l’estate, cinematograficamente parlando, è foriera di pellicole di genere che vanno dalla commedia all’horror al fantasy. E la qualità non è sempre assicurata.

Ecco infatti “Ancora Tu!” (“You Again”), con Kristen Bell, Sigourney Weaver, Kristin Chenoweth, Betty White e Jamie Lee Curtis, commedia tutta al femminile incentrata sugli odi e le rivalità tra le varie protagoniste che si riuniscono, ovviamente, ad un matrimonio. Il cast non è niente male, però.

Ancora meno appetibile sembra essere “Big Mama: Tale Padre Tale Figlio” (“Big Mommas: Like Father, Like Son”), interpretato da Martin Lawrence e Brandon T. Jackson nel ruolo di un padre e un figlio, che travestiti da donne, fanno da infiltrati all’interno di una scuola femminile per risolvere un caso di omicidio. A buon intenditor poche parole…

Commedia che pare avere qualche marcia in più, invece, è “In Viaggio Con Una Rock Star” (“Get Him To The Greek”), con Jonah Hill, Russell Brand, Rose Byrne, Elisabeth Moss, Katy Perry, Christina Aguilera, Pink e Sean Combs. I protagonisti sono un ragazzo ambizioso e una rock-star capricciosa che si trovano a viaggiare insieme verso il Greek Theatre di Los Angeles. Il primo dovrà riuscire a gestire il secondo, deluso da una storia d’amore finita male e per questo riversatosi sull’alcool. Ci sarà sicuramente da divertirsi e al tempo stesso, forse, da riflettere sul mondo della musica.

Si passa, adesso, a pellicole più impegnative:

Dreamland – La Terra Dei Sogni“, film che parte dall’Italia per arrivare in America e che racconta di un ex-pugile rimasto vedovo che si trova a subire le angherie di molte gang del quartiere fino a scoprire che all’interno di una di esse milita il proprio figlio adottivo. Cercherà allora di instradarlo verso un futuro migliore. Il contenuto c’è, è la forma, però, che un po’ ci spaventa.

Rimanendo in Italia, abbiamo “L’Erede“, incentrato su un dottore che riceve in eredità una villa situata negli Appennini, all’interno della quale comincia ad essere risucchiato da una spirale di ossessioni nei confronti dei suoi vicini. Un thriller nostrano che potrebbe avere perlomeno il fascino delle atmosfere.

Spostandoci in Cina abbiamo “Il Ventaglio Segreto” (“Snow Flower And The Secret Fan”), diretto da Wayne Wang e tratto dal romanzo “Fiore Di Neve E Il Ventaglio Segreto”, storia di due bambine della Cina del 19° secolo che una volta adulte, separate da due matrimoni infelici, riusciranno a comunicare segretamente tramite un linguaggio scritto tra le pieghe di un ventaglio. In contrapposizione c’è anche la storia di due donne moderne che cercano in tutti i modi di non abbandonare il legame che le unisce. Sembrerebbe avvincente, ma il rischio stucchevolezza è dietro l’angolo.

Per finire abbiamo “L’Albero” (“The Tree”), produzione franco-australiana, con protagonista Charlotte Gainsbourg, alle prese con una figlia di otto anni che è convinta di comunicare con il padre defunto tramite le foglie dell’albero vicino alla loro casa. Questo, però, sembrerà prendere realmente vita, infuriandosi, quando la donna comincerà a frequentare un altro uomo. Di sicuro l’originalità non manca.

Scroll To Top