Home > Recensioni > Dance With The Bear: I Love You Bears

Vi amo, orsi!

Jolanda di Savoia, Ferrara. Freedom House Recording. È qui che nasce “I Love You Bears”, prima e travolgente raccolta dei Dance With A Bear. La line-up è curiosa, la loro musica altrettanto. L’elettricità e il digitale si mescolano insieme, trascinati da una voce che ben si presta ad un esperimento musicale del genere, ben riuscito, s’intende. Si ispirano alla dance rock, all’electro rock ed alla dance music in generale. Giada Simone è una dea del dancefloor, Tommy Marchesini un profeta del synth, Michele Guberti, Matteo Pancaldi e Stefano Naldi tre musicisti capaci di dar ordine e carattere al disordinato groove della dance music. Parole che si susseguono a pompate. Pompate che inseguono elettricità.

Club o discoteca? Al diavolo! Io li voglio entrambi! Io voglio i Dance With The Bear. Fin dal primo ascolto di questo lavoro si avverte un’energia vibrante, un invito a ballare (con l’orso). E a criticarli non serve nemmeno il luogo comune del ‘il tunz-tunz è tutto uguale’, perché le loro canzoni sono tutt’altro che banali, a partire da costruzioni e sequenze varie. Cosa ci rimane? Adrenalina, sudore, e il ricordo di una voce sexy e coinvolgente.

Pro

Contro

Scroll To Top