Home > Recensioni > Danko Jones: Below The Belt
  • Danko Jones: Below The Belt

    Danko Jones

    Loudvision:
    Lettori:

Back to the 80′s

Sesto album per i canadesi Danko Jones, fautori di un energico hard rock semplice ed efficace. Il platter non si distacca dallo stile dei precedenti lavori, anzi, oltre a ribadirne i concetti, li amplifica con una super produzione fresca e moderna.

Revivalistico ma non troppo, “Below The Belt” riporta in auge il divertissement del rock ottantiano con richiami disparati che vanno dalla calda voce del frontman Danko Jones, palesemente in debito con quella del grande Phil Lynott dei Thin Lizzy, ad un riffage granitico e compatto degno dei migliori AC/DC.

I brani dai ritornelli catchy e coinvolgenti, come il singolo “Full Of Regret”, sono l’essenza dello spirito guascone di “Below The Belt”.

Pur non originalissima, la proposta musicale dei Danko Jones non risulta mai anacronistica e manierista come le produzioni di alcune band hard rock in questo 2010. Forse c’è qualche brano di troppo e sicuramente non tutti i brani sono allo stesso livello, ma il disco è davvero piacevole ed è una vera mazzata sui denti.

Pro

Contro

Scroll To Top