Home > Recensioni > Dave Stewart: The Blackbird Diaries
  • Dave Stewart: The Blackbird Diaries

    Dave Stewart

    Loudvision:
    Lettori:

A volte tornano

Gli anni passano, ma certi artisti rimangono. Cambiano forma e registro, ma sono sempre in giro: Dave Stewart non fa eccezione e questa volta si presenta con qualcosa di radicalmente diverso da quello a cui ci eravamo abituati con gli Eurythmics.

“The Blackbird Diaries” è un disco profondamente country, con influenze blues e di impronta completamente americana: sebbene non ci siano brani particolarmente brillanti, l’intero disco è di alto livello, ed è ulteriormente impreziosito dalle svariate collaborazioni con le più celebri cantanti country americane degli ultimi anni.

Un ritorno interessante.

Non fa gridare al miracolo, fa quasi rabbia per la sua estrema semplicità. Eppure una volta finito viene voglia di ascoltarlo ancora, per cogliere i dettagli che non si sono notati, e poi ancora, perché lascia in testa quel non-so-che che fa sentire la sua mancanza.
Un disco nostalgico, semplice e apparentemente banale che però sa farsi apprezzare e non solo per il nome celebre stampato in copertina.

Pro

Contro

Scroll To Top