Home > Recensioni > Dente: Almanacco Del Giorno Prima
  • Dente: Almanacco Del Giorno Prima

    Dente

    Sony Music / 2roads

    Data di uscita: 28-01-2014

    Loudvision:
    Lettori:

Torna con il suo quinto disco, “Almanacco Del Giorno Prima“, uscito il 28 gennaio. Il titolo prende spunto da un programma della Rai di tanti anni fa, al quale Dente si ispira. Perché Almanacco? È una sorta di calendario che funge da rivisitazione del passato, pensando a come sarebbe stato il giorno dopo, ovvero il futuro. L’album si compone di 12 tracce con le quali Dente tenta, riuscendoci, di riprendere quei sound degli anni Sessanta da lui molto amati. Anche qui, come nei suoi trascorsi quattro album, si ripropone il tema portante della sua discografia: un amore perduto, a volte non vissuto, e il rimpianto di averlo perso per sempre, come nel brano “Coniugati Passeggiare”.In alcune canzoni quali “Invece Tu”, “I Miei Pensieri E Viceversa”, troviamo del sound sudamericano. “Almanacco Del Giorno Prima” è una sorta di radioscopia dell’anima del cantautore, quasi come se chi ascolta dovesse entrarci in punta di piedi, origliando le sue dolci note. Dente è a tratti anche surreale “ho masticato l’acqua e ho digerito il fuoco”. È unico nel suo genere e questo non può che essere un pregio. La sua musica piace o non piace, e quest’album non deluderà le aspettative di chi lo considera un grande cantautore. La mia preferita è “Un Fiore Sulla Luna”. È un disco molto raffinato che suggerisco vivamente di ascoltare.

Pro

Contro

Scroll To Top