Home > Recensioni > Dperd: Regalerò Il Mio Tempo
  • Dperd: Regalerò Il Mio Tempo

    Dperd

    Loudvision:
    Lettori:

Something Strange

Ci sono quelle sere in cui non hai voglia della solita birra. Ci sono i giorni che vuoi qualcosa di differente. Il bisogno di sentirsi estranei alla propria stessa esistenza. Quel senso per cui cresce la voce dentro del “voglio non-essere me, non-essere qui e non-essere ora”. La questione spesso si risolve con indigesti compromessi che si limitano a tacitare quella voce insidiosa. I Dperd hanno qualcosa a che vedere con tutto ciò. “Regalerò Il Mio Tempo” è diverso, ma prima ancora, è controverso. Anche rispetto a se stesso. È ipnotico e misterioso, ma non sa evadere da un senso di quotidianità, è profondo e tentacolare, ma non sa abbandonarsi del tutto al proprio lato oscuro, sorretto dalla particolare interpretazione di Valeria Buono. Quest’ascolto desueto ma allo stesso tempo così spontaneo sposta tutti gli equilibri normalmente consolidati in noi amanti della musica e ci lascia sospesi in un giudizio complesso e più che mai relativo.
Un po’ Canaan, un po’ The Cure, fortemente italiani, a cavallo tra dark wave e musica popolare.

Scroll To Top