Home > Recensioni > Drakkar: When Lightning Strikes
  • Drakkar: When Lightning Strikes

    Drakkar

    Loudvision:
    Lettori:

When Italian power metal strikes

Estenuante e a tratti complesso è quello che viene in mente ascoltando “When Lightning Strikes”, ultimo nato in casa Drakkar. Album assai articolato, riesce a coinvolgere per quello che nasconde tra le note, magistralmente proposte da questo combo lombardo, ormai sulle scene da più di 15 anni.

Concept fantasy-fantascientifico, offre una ricchezza sonora senza pari, dove song come l’opener “Hyperspace-The Arrival”, “Armageddon Machine “, l’acustica “Day Of The Gods” (solo per citarne alcune), rendono l’idea di come la band sia maturata nel corso degli anni senza lasciare nulla al caso in fase compositiva.

Dave Dell’Orto dimostra ottime doti canore e, coadiuvato da una band in gran forma, realizza un lavoro del tutto pregevole.

Non si può ascoltare questo lavoro dei Drakkar senza pensare a quanto sforzo una band italiana debba metterci per cercare di uscire dai soliti canoni.

Nove anni sono trascorsi dal lavoro precedente, e di acqua sotto i ponti ne è passata, ma la sicurezza che traspare da questo CD in studio dimostra come il gruppo abbia fatto sul serio per cercare di emergere e crearsi un futuro nel regno del power.

Non ci resta che congratularci con loro e, in attesa di vederli dal vivo, assaporare ogni istante dell’intero album.

Pro

Contro

Scroll To Top