Home > Zoom > Dub All Sense: “Bro”, il nuovo disco brano per brano

Dub All Sense: “Bro”, il nuovo disco brano per brano

Si intitola “BRO” ed è il nuovo disco dei Dub All Sense, il collettivo fondato da Dubline che vede di nuovo alla produzione la storica firma di Neil Perch. Gli ospiti di “BRO” sono: Mr.Williamz, Speng Bond, Marina P, Zulù (99Posse), Treble Lu Professore, Luca (Polina), MrDill Lion Warriah, Mc Baco, Fikir Amlak, Fleck, Virtus & JanahDan, TadeoMan. Un disco sicuramente rivolto alla quotidianità e da essa prende spunto per denunciare e per incitare alla rivoluzione. Salvaguardia e tutela delle etiche e delle morali, ma soprattutto salvaguardia del futuro delle nuove generazioni. Probabilmente è questo il target principale a cui si rivolge il nuovo progetto dei DAS facendo aprire le danze proprio al brano che apre la track list dal titolo “Babilonia” firmato da Zulù e Treble Lu Professore. Belle sensazioni di dub americano, tinte africane, suoni mediterranei che riportano il lungo viaggio alle pendici del nostro Vesuvio. Un disco importante…

Babilonia

La prima canzone di BRO ed è grazie alle voci di Zulù e Treble che si comunica una denuncia sociale nelle quale la nuova generazione non guarda più al proprio futuro con rabbia e determinazione cercando di cambiare in meglio, ma resta bloccata ad osservare un mondo dove la realtà lascia spazio ad un esistenza di plastica senza più passione, donando così alla vecchia generazione l’orribile giudizio di chi non è riuscito a tramandare il pensiero positivo di ribellione sociale, così in Babilonia lascia a quest’ultima di aprire gli occhi e tornare a lottare.

 

Dead or Alive

Seconda traccia del disco si presenta con la voce di Marina P dove si cerca di uscire fuori da una città di smog, sovraffollamento e problemi sociali; il cambiamento è possibile se gli occhi continueranno a bruciare di rabbia.

 

Fallen Soldier

Con la bellissima voce di Fikir Amlak è un inno ai combattenti per la libertà: da Sankara a Che Guevara, da Martin Luther King a Peppino Impastato, in una preghiera Rasta dove il vero guerriero lotta per l’Amore e per la Pace.

 

Fyah Pon Dem

È interpretata da Mc Baco che nel suo inconfondibile stile canta la rabbia contro la stupidità e di chi si professa Fascista, ricordandoci come oggi il Fascismo dovrebbe essere cancellato dalla memoria della gente, perché nessun Odio può essere tollerato in un mondo di Pace.

 

Automatic Style

MrDill Lion Warriah canta in questo pezzo delle liriche taglienti dando alla musica Dub/Stepper il suo inno ai classici toaster raggamuffin.

Haffi Bun RMX: qui il producer Greco Fleck risuona in chiave Jungle uno dei successi londinesi dei Dub All Sense del 2014 Haffi Bun con la voce di Mr.Williamz.

 

Boom it Up

Il veterano Speng Bond da una lezione di Dj Style su una delle version più rub a dub della band.
P’apparà: in questo brano ritornano i temi scottanti di BRO con dove Luca, frontman e singer dei Polina, interpreta nel suo originale stile un testo che parla di una delle pagine più brutte della nostra storia, la terra dei fuochi, denunciando anche qui l’indifferenza dello “spettatore“ con un messaggio diretto e chiaro: “vuoi solo apparire o magari vuoi aggiustare le cose ? “.

 

Occupy the System

Il messaggio di ribellione continua, qui Virtus e Janahdan cantano contro le catene sociali che il sistema ha creato per tenerci tutti buoni e fedeli; la rabbia cresce e le ultime 2 tracce cantano la voglia di ribellarsi.

 

Pancho Villa

La nostra penultima traccia con Hector Guerra, inno ad uno dei personaggi rivoluzionari che ha influenzato la voglia di riscatto sociale di milioni di persone.

 

Brothers fight togheter

L’ultimo ascolto è il testamento di BRO, con la voce del Californiano Tadeoman si da un messaggio chiaro: fratelli lottiamo insieme , fratello vieni con me ! BRO come with me!

Scroll To Top