Home > Rubriche > Eventi > DVD “Il futurismo 1909 – 2009″: Futurismo e futuristi, cento anni di parolibere.

DVD “Il futurismo 1909 – 2009″: Futurismo e futuristi, cento anni di parolibere.

2009: centenario della pubblicazione del “Manifesto del futurismo”, celebrata il 20 febbraio con l’inaugurazione a Piazza del Popolo di Futuroma, una manifestazione eclettica che esplora ogni tecnica espressiva, dall’architettura alla musica, così come fecero i futuristi.

Cinecittà Luce ha colto questa occasione per restaurare e digitalizzare in alta definizione quattro documentari su una corrente culturale che segnò il corso del ventesimo secolo, raccogliendoli in un dvd dal titolo “Il Futurismo 1909 – 2009″ presentato al Palazzo delle Esposizioni.

Umberto Croppi, assessore alle politiche culturali e comunicazione del Comune di Roma, spiega l’importanza di questa pubblicazione autonoma: “Abbiamo preferito realizzare questo dvd piuttosto che farne contributi per documentari perché queste immagini hanno un valore intrinseco a sé stante; questo dvd è importante non solo per la ricorrenza del futurismo, ma per l’importanza che il movimento futurista ha avuto nella storia”
Presente anche Luciano Sovena, amministrazione delegato di Cinecittà Luce che ribadisce la rilevanza dell’iniziativa editoriale nonostante il ritardo (“In quest’anno pieno di anniversari bisogna sbrigarsi, ormai sono tutti proiettati verso lo sbarco sulla Luna”) e nonostante il ricavato delle vendite (“Cinecittà Luce non si aspetta certo la vendita di 80mila copie, ma la possibilità che il pubblico, andando in una libreria possa reperire materiale di questo genere per approfondimento e conoscenza storica, è fondamentale”).

Viene poi proiettato il documentario “Il Futurismo”, il primo del dvd, regia di Vittorio Armentano, che ricostruisce l’ascesa le influenze ma anche le contraddizioni delle voci del primo movimento futurista, con interessanti contributi che vanno dalle letture di testi marinettiani ad un’intervista ad Aldo Palazzeschi che rievoca una visita a casa Marinetti e la partecipazione ad una delle famose “Serate futuriste”, il tutto in un trionfo di immagini restaurate in alta definizione all’insegna della violenza cromatica, del vortice della velocità e della violenza iconografica: tutti aspetti tipici del movimento futurista che influenzano ancora oggi gli artisti contemporanei.

Scroll To Top