Home > Recensioni > Earth Crisis: Slither

Potenti, freschi e diretti!

Ne hanno fatta di strada gli EC dal debutto del ’92 “All Out War” e sinceramente non mi sarei aspettato questa svolta. Personalmente non sono mai riuscito a digerirli interamente in quanto i loro precedenti lavori risultavano un po’ troppo “monocorda” e, alla lunga, l’esasperata rabbia della loro musica mi stancava. Quest’album è però diverso: i ritmi sono subito assimilabili, la voce esprime rabbia e angoscia ma non cade in urla fini a se stesse, tutto è stato reindirizzato verso una direzione che, pur conservando le proprie origini hardcore, non può che dare nuova linfa ad una scena nu-metal che ha, in così poco tempo, raggiunto la saturazione. “Slither” è l’album della definitiva consacrazione, alla faccia di chi pensava che il quintetto di Syracuse non avesse più nulla da dire; fresco, diretto, potente e soprattutto ragionato vi farà saltare dalla poltrona chiedendovi come avete potuto buttar via tempo e denaro dietro a quella falsa ciofeca di “The Burning Red” dei Machine Head. Sia chiaro, gli EC non sono diventati dei cloni del suddetto gruppo, anzi! Quest’album è esattamente tutto quello che i MH hanno mancato nel loro ultimo lavoro, una cosa su tutte: la sincerità!!! Siete ancora in ascolto? siete svenuti o più semplicemente siete usciti di casa in mutande per andarvelo a comprare? Gli Earth Crisis sono tornati e da oggi sono loro i nuovi padroni.

Scroll To Top