Home > Recensioni > Eat The Gun: Super Pursuit Mode Aggressive Thrash Distortion
  • Eat The Gun: Super Pursuit Mode Aggressive Thrash Distortion

    Eat The Gun

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Hard Crucchi

Forse i Mötorhead non lo sanno, ma è colpa di una loro canzone se gli Eat The Gun esistono. Magari “colpa” è troppo dispregiativo, eh?

Chi ha seguito Danko Jones lungo il tour europeo avrà potuto saggiare l’abilità del gruppo tedesco, il quale ha finalmente sfornato un album tutto suo (il secondo) per far vedere al mondo come si spaccano i deretani.

I riff di chitarra, accattivanti e distorti al massimo, fanno entrare la mente dell’audience in uno stato transitorio a metà tra il revival dell’heavy metal d’altri tempi e un rock attuale.
L’energia della voce sembra voler spaccare il microfono con parole dure e sfacciate, che non temono reazioni tassative o spaventi improvvisi da parte dell’ascoltatore.

Già dalla copertina si capisce che il trio germanico è esplosivo: gli undici brani non servono ad altro se non a confermare l’impressione data dall’artwork.
Gli amatori del grezzo accoglieranno l’espressività di Hendrix, il cantante biondo vaporoso che no, non è parente di Jimi.

Pro

Contro

Scroll To Top