Home > Recensioni > Edipo: Hanno Ragione I Topi
  • Edipo: Hanno Ragione I Topi

    Edipo

    Loudvision:
    Lettori:

Proprio il caso di dire “tua madre”

Probabilmente sarebbe inopportuno e contorto impelagarsi in un paragone tipo: «Poniamo che la madre di Edipo, Giocasta, fosse il BRITPOP e che lui se lo volesse fare», però si è capito, no? Edipo sguazza tra britpop e la tanto rimasticata Tradizione Cantautorale Italiana.

Fausto Zanardelli è musicista, produttore, fonico e NON SI SA CHE ALTRO. “Hanno Ragione I Topi” è uscito a gennaio e, con imbarazzante ritardo, cerchiamo di fare ammenda. Il disco è fresco, ottimamente scritto, dominato da synth non fastidiosi, e comprende persino una battiatata. A un certo punto viene detto: «gli appartamenti da studenti non li sopporto», perciò Edipo ha già vinto in partenza.

Edipo è stato paragonato a Bugo e a Dente, forse perché entrambi gli artisti hanno un nome solo o forse, chissà, per lo stesso approccio obliquo al cantautorato. La verità è che Edipo è meno scemo di uno (Bugo) e meno twee dell’altro (Dente).
“Hanno Ragione I Topi” è uno di quei dischi coltissimi che non hanno bisogno di farne sfoggio per esserlo. Perde mordente nella seconda parte, quando viene invaso da chitarre elettriche a iosa, ma questo è irrilevante.

Pro

Contro

Scroll To Top