Home > Recensioni > Electric 69: Cornelius The Colonel & The Hot Air Balloon Club
  • Electric 69: Cornelius The Colonel & The Hot Air Balloon Club

    Electric 69

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Un tranquillo viaggio tra paesaggi americani

Terzo disco per gli Electric 69, band italiana ma americana nell’animo. Un album ispirato da quel rock a stelle e strisce di influenza southern, che riprende sonorità classiche con qualche tocco più moderno.

Chitarre pulite o leggermente distorte che intrecciano accordi e linee melodiche, una ritmica discreta e canzoni mai troppo veloci o troppo dure. Il frontman ricorda alcuni cantanti grunge nei loro lavori più puliti.

Il disco è godibile, una buona produzione valorizza i suoni e dà corpo alle canzoni. Manca però un po’ di personalità perché sia incisivo, sia in termini di composizione sia in termini musicali. Suoni più duri avrebbero reso il tutto più energico e coinvolgente.

Non è un’impresa facile riproporre oggi un disco di rock classico, e va dato credito agli Electric 69 di essere riusciti a confezionare un album interamente piacevole all’ascolto. Il suo limite è quello di essere poco coinvolgente, sia perché la composizione delle canzoni non ha molta personalità sia perché non si arrischiano a osare un po’ di più nei suoni. Qualche canzone più veloce, qualche chitarra più distorta e qualche riff più stravagante avrebbero dato all’album maggiore mordente.

Pro

Contro

Scroll To Top