Home > Recensioni > Europe: War Of Kings
  • Europe: War Of Kings

    UDR MUSIC / warner

    Data di uscita: 06-03-2015

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Tornano gli Europe di “The Final Countdown”! Uscito il 2 marzo, “War of Kings” è il decimo album del gruppo svedese, diventato famoso negli anni ’80 con il disco che prende il nome dalla famosa canzone. Molti anni, separazioni e reunion, sono passati da quel primo, fortunato lavoro di glam-metal.
Il cantante e leader Joey Tempest non ha più la folta chioma bionda che lo distingueva, ma ci ha guadagnato la sua voce, che è più grintosa, e i loro genere è diverso. Lo stesso Tempest ha dichiarato: “War of Kings è l’album che abbiamo sempre desiderato di fare, da quando eravamo bambini e ascoltavamo band come Led Zeppelin, Deep Purple e Black Sabbath”. Il nuovo sound prende molto dai gruppi citati, ma anche dagli Whitesnake. Il risultato è un hard rock accattivante e ben suonato, ma per nulla originale. Ascoltandolo vi capiterà probabilmente di pensare di aver già sentito le 12 tracce (l’ultima, Vasatan, è una bonus track che termina con il ‘reprise’ della prima canzone). Perfino la voce del cantante, pur migliorata rispetto ai primi lavori, ricorda quella di David Coverdale, che ha militato negli Whitesnake e nei Deep Purple. Diverse sono comunque le tracce degne di nota. Tra tutte la title track, primo singolo che è anche la più dura, la ballata “Praise You” e “Light Me Up”, per l’assolo finale.
Non è necessario essere originali a tutti i costi, anche se gli Europe qui, mettono davvero poco di loro. In conclusione, “War of Kings” è un buon album, adatto soprattutto ai nostalgici di un certo hard rock melodico, mescolato con molto blues e impreziosito da assoli.

Pro

Contro

Scroll To Top