Home > Recensioni > Eva Mon Amour: Senza Niente Addosso
  • Eva Mon Amour: Senza Niente Addosso

    Eva Mon Amour

    Data di uscita: 23-01-2009

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Nudi e crudi

I Cappello A Cilindro cambiano nome, formazione, sonorità e si ripresentano al pubblico come Eva Mon Amour e con un nuovo album: “Senza Niente Addosso”.
Abbandonati i panni di band romana stradaiola e superate le numerose fratture interne e i diversi abbandoni, sembrano avere oggi delle idee chiare e valide da portare avanti oltre a pezzi brillanti e interessanti.

L’8 gennaio, ad anticipare l’uscita del nuovo lavoro, c’è stato il singolo “Indi”. “Tre minuti e mezzo di sound elettrico, istintività e sudore. Da qui la scelta di registrare in presa diretta per lasciare intatte sia queste caratteristiche che l’immediatezza dei suoni, come anche il trascorrere a perdifiato del testo, quasi a voler inseguire a parole l’indipendenza nelle sue molteplici manifestazioni.” Così gli Eva Mon Amour hanno descritto il loro primo singolo.
Le restanti 10 tracce che compongono l’album sono caratterizzate da suoni graffianti, decisi, spesso ruvidi e volutamente grezzi, senza omettere però momenti più morbidi e riflessivi, si prenda ad esempio la profonda “E Diventano Anni”.

Coinvolgente nei suoi tratti estremamente cupi e introspettivi è il pezzo d’apertura, “See You Soon”, che evidenzia fin da subito le ottime doti compositive di Emanuele Colandrea.
Più tendenti al mainstream radiofonico e alla presa facile sul pubblico “Senza Niente Addosso” e “Sbircia Pure”.
Chiusura, volutamente lo-fi, con “Sempre Più Spesso”, brano intenso e musicalmente ricco di suoni sporchi e irregolari; forse la traccia che meglio rappresenta le nuove atmosfere che popolano il sound fresco, ma tagliente del rinnovato gruppo.

Scroll To Top