Home > Report Live > Ex-Otago, grande festa all’Alcatraz

Ex-Otago, grande festa all’Alcatraz

© photo Marco Triolo

Marassi”, il loro ultimo lavoro pubblicato lo scorso anno (e anche uno dei più avvincenti), li ha portati in giro per l’Italia registrando numerosi sold out. L’ultimo giro di giostra nei club italiani, l’ultima data del tour è stata una grande festa per gli Ex-Otago e amici, lo scorso sabato 9 dicembre all’Alcatraz di Milano. Un pienone appena sfiorato, ma che non ha impedito al Super Marassi Tour di riuscire ad allestire una bellissima serata. È stato un vero e proprio party (con tanto di palloncini – anzi palloni giganti, per l’esattezza) lanciati da una parte all’altra tra il pubblico e che ha visto la partecipazione di ospiti speciali: Max Pezzali, Jack La Furia, Canova, Nikki, Dardust.

I cinque otaghi raggiungono il palco dell’Alcatraz alle 23,00 anticipati dai live di Germanò, Pollio, Manitoba che nel frattempo hanno riscaldato le anime infreddolite dalla gelida temperatura milanese prima dell’arrivo di Maurizio Carucci e compagni. La band esordisce con “Cinghiali Incazzati” (poi ripresa successivamente con Dardust), e viene accolta da un forte applauso dai fan. A seguire “Non Molto Lontano”, “Amico Bianco”, “Stai Tranquillo”, e “La nostra Pelle”, singolo conclusivo della saga Marassi (peccato per l’assenza di Willie Peyote).

exotago2_marcotrioloSul palco, poi,  il primo grande ospite atteso della serata, Max Pezzali, ha raggiunto il leader della band per cantare insieme “Come Mai” e “I giovani d’oggi”. La festa continua con altri brani estratti dal disco come “Indiano” e “Ci Vuole Molto Coraggio”. Gli altri ospiti della serata, invece, arrivano verso la fine. Tra le ultime canzoni “Quando sono con te”  cantata con i Canova e “Gli occhi della luna” insieme a Jake La Furia  & Nikki.

La band genovese si è impegnata abbastanza per chiudere in bellezza, e nel corso della serata ha sprigionato tutta la propria energia, facendo sentire i presenti parte di una grande famiglia. E questo è il risultato di un anno di lavoro, di sacrifici per farsi spazio a bordo della carovana della musica indie. Del resto, stiamo parlando di 15 anni di carriera, e di cinque dischi e non a caso gli otaghi sono considerati come il gruppo – indie – rivelazione dell’anno. Quale sarà  il loro segreto? Una risposta l’abbiamo avuta da Francesco Bacci nell’ultima intervista: “è importante essere sinceri e coerenti con la propria arte, e il pubblico se ne accorge”.

Tutti d’accordo? Sicuramente i cinghiali continueranno ad incazzarsi.

 

 

SCALETTA
1)  Cinghiali incazzati
2)  Non molto lontano
3)  Amico bianco
4)  Stai tranquillo
5)  La nostra pelle
6)  Foglie al vento
7)   Come mai ft. Max pezzali
8)  I giovani d’oggi ft. Max pezzali
9)   Indiano
10)  Ci vuole molto coraggio
11)  Figli degli hamburger
12)  Ritmo
13)  Costa rica
14)  Mare
15) Quando sono con te ft. canova
16)  Cinghiali incazzati ft. dardust
INTRO olmo
17) Gli occhi della luna ft. Jake & nikki
18) Giovani

Scroll To Top