Home > Recensioni > Fabio Cinti: L’Esempio Delle Mele
  • Fabio Cinti: L’Esempio Delle Mele

    Fabio Cinti

    Loudvision:
    Lettori:

Coraggio anni ’80

Per capire meglio questo debutto discografico è necessario sapere le varie collaborazioni nate per creare “L’Esempio Delle Mele”. Morgan, Livio Magnini, Lucio Bardi e Massimo Martellotta costruiscono questo insieme di esperienze musicali con l’aggiunta della voce di Fabio molto, forse troppo, simile a quella di Franco Battiato.

Pianoforte, chitarre e synth vengono arricchiti da testi che analizzano, cercando di portarle a galla, le immagini grigie della vita quotidiana e dei problemi interiori che da sempre si legano a una musicalità anni ’80 ripresa da Fabio.

Non sempre il risultato delle dodici canzoni è soddisfacente, vista la difficoltà di interpretazione di questo genere alla Battiato che sovente rischia di perdersi nella profondità.

Da ammirare il coraggio di riprendere proprio la canzone “Cucurrucucù Paloma” rallentando il ritmo e cantando in spagnolo sfidando così le varie critiche al timbro simile dei due cantautori.

Pro

Contro

Scroll To Top