Home > Recensioni > Festa del Cinema 2019 | Hustlers
  • Festa del Cinema 2019 | Hustlers

    Diretto da Lorene Scafaria

    Data di uscita: 07-11-2019

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:
    Vota anche tu

Correlati

Si è parlato tanto di “Hustlers“, film di rilancio per la carriera attoriale della pop star/stylist Jennifer Lopez (da Edward Norton a Renée Zellweger, fino alla nostra J.Lo, un festival di rilanci quest’anno), scritta e diretta da Lorene Scafaria, che ricordiamo con piacere per la commedia pre apocalittica “Cercasi amore per la fine del mondo”. Si parla, a ragion veduta, di nomination al”Oscar assicurata per la prova della Lopez, e non c’è molto altro degno di nota, purtroppo, in questo tentativo di aggiornamento tutto al femminile di “Quei bravi ragazzi”, presentato alla Festa del Cinema di Roma 2019.

In “Hustlers”, dal 7 novembre al cinema col titolo “Le ragazze di Wall Street“, seguiamo le vicende di Destiny (Costance Wu), spogliarellista di origini asiatiche, che lavora in un locale di New York per provvedere a se stessa e alla nonna (suo preciso obbiettivo nella vita è quello di essere autonoma ed assolutamente non dipendente da nessuno). La sua vita avrà una svolta quando entra nelle grazie di Ramona (Jennifer Lopez), la star del locale, astuta, determinata (“make money” è il suo mantra), che le insegna i trucchi del mestiere. La clientela dello strip club è composta per lo più da broker di Wall Street affamati di soldi, sesso e potere, e Ramona, Destiny e le altre ballerine si uniranno per sfruttare a loro vantaggio la situazione. Le cose sono destinate a sfuggire di mano.

Da un soggetto potenzialmente esplosivo – ispirato da un articolo del 2015 del New York magazine, che trattava di un gruppo di spogliarelliste che adescavano e drogavano esponenti dell’alta finanza per derubarli – ci si aspettava francamente di più. Sarebbe potuto essere il perfetto controcampo di “The Wolf of Wall Street”. Se il Jordan Belfort di DiCaprio era un lupo famelico, che spinge il suo branco ad abbandonarsi agli istinti più bassi per mantenere alta quella tensione, quel desiderio del tutto e subito che alimenta il mondo degli affari ad alto livello, la Ramona di Jennifer Lopez è una leonessa, che protegge i suoi cuccioli (Destiny e le altre spogliarelliste), e che usa quella tensione per prenderti e rivoltarla contro di te.

“Hustlers” da una parte vorrebbe omaggiare, dall’altra ribaltare il cinema di Martin Scorsese: i personaggi si raccontano con una pluralità di voci fuori campo, hanno quella stessa baldanza, quella stessa potenza che li rende inscalfibili, ed il fatto di voltare tutto ciò al femminile sarebbe in teoria un’ottima idea. Ma, sfortunatamente, la Scafaria non è Scorsese, e quindi fallisce nell’imbastire un racconto criminale che manca di tensione e di stile. Scorsese enfatizza i suoi gangsters con l’uso della regia e della musica, Lorene Scafaria ci prova, ma tutto ciò che riesce a tirar fuori è un’estetica da videoclip hip hop, con ralenti insistiti e cascate di banconote. La vicenda poi, non appassiona, lo schema delle truffe, se all’inizio risulta divertente, finisce col diventare ripetitivo, inframezzato poi da momenti di dinamiche interpersonali tra i personaggi che spezzano il racconto, e rendono una ppellicola potenzialmente incandescente per spunti ed argomenti trattati, poco più di un banale chick flick vagamente trasgressivo.

Pro

Contro

Scroll To Top