Home > Concorsi > Festa del Cinema di Roma 2016 | Il programma

Festa del Cinema di Roma 2016 | Il programma

Si è svolta all’Auditorium Parco della Musica la presentazione del programma dell’11esima edizione della Festa del Cinema di Roma (13 – 23 ottobre 2016).

A fare gli onori di casa e anticipare come quest’anno verrà celebrata la Settima Arte, Piera Detassis e Antonio Monda, per il secondo anno Direttore Artistico.

Oltre ai ringraziamenti ai partners che hanno promosso e reso possibile l’intero impianto dell’organizzazione, i primi interventi vanno subito alla memoria di Gian Luigi Rondi, in passato Presidente della Festa del Cinema e grande critico; e al giovane Luca Svizzeretto, giornalista sportivo e di cinema recentemente scomparso.

Dal 13 al 23 ottobre, di nuovo, quindi, per la durata di dieci giorni, la Capitale ospiterà titoli vecchi e nuovi, e personalità di fama internazionale che non calcheranno solo il red carpet, ma siederanno per conversare di cinema in compagnia del Direttore Artistico per la sezione “Incontri Ravvicinati”. Tra i nomi principali: Tom Hanks, cui verrà consegnato il Premio alla Carriera, Meryl Streep, Roberto Benigni, Bernardo Bertolucci, Viggo Mortensen, che presenterà Capitain Fantastic di Matt Ross per la sezione “Alice nella Città”, Oliver Stone e Jovanotti.

Ventiquattro saranno le anteprime mondiali, quasi il doppio dell’edizione dello scorso anno. E le tematiche sulle quali si muoveranno le proiezioni riguarderanno principalmente l’internazionalità, intesa anche come diversità, ragion per cui la pellicola d’apertura sarà “Moonlight” di Barry Jenkins, ambientata negli USA delle lotte di strada per difendere la propria unicità. E, non ultima, la discontinuità sarà la virtù cardine, caratterizzante l’assenza di inutili estetismi: importante è la sottolineatura della differenza tra “Festa del Cinema”, non “Festival”.

Un nuovo spazio, “Tutti Ne Parlano”, tratterà dei film ereditati da esordi di provenienza internazionale, per raccontare, appunto, di successi sorprendenti che hanno lasciato un segno.

Sempre per quanto concerne gli interventi di ospiti speciali, ci sarà un’incredibile reunion del cast del “Paziente Inglese”, Micheal Bublè presenterà il suo “Tour Stop 148″, Elio e le Storie Tese presenzieranno alla loro proiezione di “Ritmo Sbilenco”, e il duo più dissacrante del mondo dell’arte, Gilbert & George, presenteranno un documentario sulla loro formazione artistica.

Per il tema “Omaggi”, oltre all’intramontabile Alberto Sordi, il già citato Gian Luigi Rondi, Fritz Lang, Dino Risi e l’”Armata Brancaleone”, tutta Trinità dei Monti e via Condotti si tingeranno di “Vacanze Romane” in un elegante ricordo di Gregory Peck.

Una Festa del Cinema “mobile”, quindi, per dirlo con le parole del compianto vecchio Presidente, che guarda alla Settima Arte per la magia che regala, certo, ma anche con un profondo piglio analitico, sfruttandone tutte le potenzialità, per permettere a noi che guardiamo di perderci, ma con intelligenza.

Scroll To Top