Home > Recensioni > Festa del Cinema di Roma 2016 – Richard Linklater: Dream Is Destiny
  • Festa del Cinema di Roma 2016 – Richard Linklater: Dream Is Destiny

    Diretto da Karen Bernstein

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Richard Linklater è un regista americano pioniere di un cinema indipendente dalle dinamiche e dalle urgenze creative forse più simili a quelle viste in alcuni giovani europei perché lontano non solo dai soldoni degli studios ma anche alle comunità artistiche tipicamente condensate a New York o sulla costa californiana.

Una convenzionale chiacchierata con tanto di album dei ricordi, questo documentario sul prolifico regista texano sempre in bilico fra opere d’arte di nicchia e tentativi commerciali per assecondare i grossi produttori, ma lungo un filo sempre coerente di storie umane e concrete.

Il film ripercorre la carriera di Linklater mostrandoci i dietro le quinte dei suoi primi esperimenti indipendenti tanto quanto dei suoi ultimi e più celebri film che l’hanno portato anche alle soglie dell’Oscar, e in particolare del film stesso che percorre la carriera del regista: quel “Boyhood” la cui lavorazione è durata dodici anni e è stata trasversale a tanti altri film, con i loro alti e bassi.

Rivedere scene e backstage di alcuni dei migliori film degli ultimi vent’anni e scoprire i suoi esordi è un tuffo non solo nella memoria ma anche nella materia del cinema e nella passione verso di esso. Chi non la condivide farà fatica a trovare un lato interessante della vita di Richard Linklater, e in ogni caso il documentario non è nulla di diverso da quanto gli stessi cinefili possano trovare come contenuto extra di un qualunque DVD.

Pro

Contro

Scroll To Top