Home > Recensioni > Festa del Cinema di Roma 2016 – Sing Street

Il regista irlandese John Carney sguazza nel cinema musicale (“Once” e “Tutto può cambiare – Begin Again”, entrambi nominati all’Oscar per la miglior canzone originale; il primo l’ha anche vinto), e con “Sing Street”, una storia ispirata alla sua adolescenza, ne scopriamo finalmente anche la ragione.

Anni ‘80. Una normale famiglia dublinese alle prese con un imminente separazione dei genitori e con l’impulso ribelle dei figli. Figli particolarmente inclini alla musica e attenti alla rivoluzione culturale inglese in quel campo. Il quindicenne Conor (Ferdia Walsh-Peelo, esordiente al cinema ma di famiglia e formazione musicali) deve mettere su una band, perché è con questa scusa che ha rimorchiato la più inavvicinabile delle belle ragazze della sua scuola. Dribblando i bulli e i moniti più o meno violenti del prete/direttore, Conor e i suoi amici scoprono la loro vocazione creativa e sfidano le regole della conformità.

Il film è ovviamente puntellato di canzoni originali, per le quali Carney si è avvalso principalmente della collaborazione di Gary Clark, cantautore della scena irlandese degli anni ‘80, e che era il musicista che Carney stesso ascoltava col suo fratello maggiore da bambino (come Conor in alcune scene del film), ma anche di altri come Glen Hansard (che vinse l’Oscar per “Once”) e, sui titoli di coda, Adam Levine (“Tutto può cambiare – Begin Again”).

Le canzoni (otto, più “Go Now” sui titoli di coda) sono perfettamente inserite nell’ambientazione anni ‘80 e altrettanto trascinanti grazie anche alla perfetta collaborazione fra costumi, montaggio e regia. A sporcare leggermente il risultato è forse l’attore protagonista, Ferdia Walsh-Peelo, dall’aspetto (ma solo quello) ancora troppo acerbo per essere all’altezza del carisma del suo personaggio e per veicolare questa storia anche presso il pubblico adulto; il suo sforzo però è da grande artista e professionista e il suo aspetto si accetta presto come un dettaglio trascurabile.

Pro

Contro

Scroll To Top