Home > Recensioni > Figure Of Six: Brand New Life
  • Figure Of Six: Brand New Life

    Figure Of Six

    Loudvision:
    Lettori:

Nuova Vita davvero

I nostrani Figure Of Six sono tornati con il loro terzo disco, che comprende un nuovo cantante e, adesso, anche un nuovo batterista.

“Brand New Life” regala all’ascoltatore un muro sonoro che poggia le proprie basi su riff granitici, una cassa mitragliante sostenuta da un basso che fa il proprio mestiere, una voce graffiante e sporca quanto basta e, non dimentichiamolo, qualche incursione di tastiera dal suono siderale. Tutto è condito da influenze musicali che affondano nell’hard-rock e nell’heavy metal, senza tralasciare generi più recenti come l’alternative e il nu metal.

Nostante la solidità si trasformi facilmete in staticità e nonostante gli alti e bassi fisiologici, i Figure Of Six si confermano tra le migliori band metalcore che il panorama nostrano ha sfornato nell’ultimo decennio.

E se n’è accorta tutta l’Europa che i Figure OF Six sono tosti, Bruce Dickinson compreso. Non saranno i precursori di un bel niente, ma i ragazzi ci sono. Come dice un tipo con la tesa riccia: “E poi se ne vanno tutti! Da qua se ne vanno tutti!”. Sarà bello il giorno in cui i business men del settore si accorgeranno che l’Italia non è solo canzonette.

Pro

Contro

Scroll To Top