Home > Recensioni > Filippo Andreani: La Storia Sbagliata

L’amore ai tempi della guerra

Partito dal gruppo alternativo Atarassia, Filippo Andreani si affranca dalle note energiche del gruppo comense per esordire in un’appassionata prova d’autore. “La Storia Sbagliata” è il romanzato racconto in tredici tracce del tragico amore tra Gianna e il Capitano Neri.
La cavalcata sonora si apre con il binomio “Per Amore Di Un sogno” e “Per Un Sogno D’amore” dove è già chiaro l’intento di non fermarsi al solo uso di chitarra acustica ed elettrica, ma di farsi affiancare con equilibrio da archi e piano.
“La Storia Sbagliata” non si esaurisce nella musica dato che, volutamente, la confezione offre, oltre al CD, un libro contenente i riferimenti storici ai testi.

In un ambiente musicale dove il concept album non è diffuso Andreani osa con coraggio offrendo il racconto di un epidosio storico della Resistenza.
Come nella migliore tradizione del nostro cantautorato, l’autore affonda le radici imprescindibilmente in De Andrè, ma ascoltando il suo lavoro emergono anche echi profondi dei La Crus. Con molta abilità mescola sapientemente pezzi morbidi e commoventi ad altri più corali grazie al supporto degli archi che, all’occorrenza, rendono più vivace il concept avvicinandolo al sound di Capossela.

Pro

Contro

Scroll To Top