Home > Recensioni > Finest Black: May, Shower And The Third Bed
  • Finest Black: May, Shower And The Third Bed

    Finest Black

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Finest Black: finest rock!

EP d’esordio autoprodotto per i romani Finest Black: quattro tracce di hard rock potente ed energico venato di grunge.

Le chitarre predominano e intrecciano un tappeto di riff sul quale si lanciano in lunghi assoli, mentre la spinta ritmica è data da una batteria roboante e da solide linee di basso. Consolida il tutto la voce dal timbro grunge, potente e intonata. Le canzoni dimostrano inventiva e capacità compositiva: spaziano nelle influenze e nei modi ma l”EP suona comunque compatto e ha un sound interessante, grazie anche una registrazione che rende al meglio i suoni.

La band ha sicuramente delle potenzialità che deve ancora maturare, ma con questo esordio non può che promettere bene.

I Finest Black esordiscono a colpo sicuro, con un EP di spessore che mette subito in campo del materiale di alto livello . La prova personale di ognuno è valida sia dal punto di vista tecnico che compositivo e la direzione musicale non è affatto banale: il loro hard rock suona moderno e capace di incorporare influenze diverse senza perdere l’energia e l’immediatezza proprie del genere. La band deve giusto sciogliersi ancora un po’ per dare il proprio massimo, ma tutto lascia pensare che non ci vorrà molto.

Pro

Contro

Scroll To Top