Home > Recensioni > Floored By Four: Floored By Four

Pura tecnica al servizio dell’ascoltatore

I Floored By Four sono un supergruppo statunitense formato da Mike Watt, Nels Cline, Yuka Honda e dal batterista Dougie Bowne. Questo disco omonimo è il loro debutto ed è composto da appena quattro brani, recanti come titoli i nomi dei singoli componenti del supergruppo.
La lunghezza dei brani è giustificata da lunghe suite strumentali che nel primo brano sono prettamente funkeggianti, mentre già in “Yuka” sfociano in un rock/blues che si addice maggiormente alle caratteristiche dei nostri simpatici e attempati menestrelli.
Omogeneità di suoni interessante, non certo immediata, per quattro brani che senza dubbio raggiungeranno il loro apice nell’esecuzione live (d’altronde si sta parlando di mostri sacri, su questo non ci sono dubbi).

La terza traccia è emblematica: titolo “Watt”, come Mike Watt che suona il basso in questo disco. Il brano è il più corto tra quelli in scaletta e mostra una tecnica spaventosa. Dicevo emblematica. Questo perché porta come titolo il nome del bassista e la traccia è stata scritta ed eseguita appositamente per esaltare la tecnica di zio Mike. L’ultima “Dougie”, che porta il nome del batterista, è composta da 19 minuti rilassanti formati da tom, timpani, chitarre ricche di effetti e basso incisivo . 4 pezzi, 43 minuti. I gruppi indie di oggi non raggiungono 40 minuti nemmeno con dieci brani in scaletta. Qui la qualità musicale è alta, ma il tutto può risultare non di facile ascolto. Per cose più immediate rivolgersi altrove.

Pro

Contro

Scroll To Top