Home > Recensioni > Flotsam & Jetsam: The Cold

Un grande e graditissimo ritorno

Piacevole ritorno dei Flotsam che, a due anni dal precedente album, sfornano caldo caldo il nuovo “The Cold”, puro concentrato di thrash metal vecchio stile.

Si intuisce già dal primo ascolto che non intendono scherzare, colpendo violentemente allo stomaco con ritmi serrati di ottima matrice musicale; le song sono una successione continua di cavalcate sonore prive di cali stilistici, segno che il combo dell’Arizona ama queste violenze acustiche di pregio. Già dalla opener “Hypocrite” ci si trova di fronte ad una maturità stilistica importante cresciuta in questi venticinque anni di carriera.
Dieci tracce che aprono la strada ad un ritorno al puro thrash in grande stile per una band alle volte sottovalutata (forse troppo) ma sempre pronta a far conoscere se stessa in tutta la sua magnificenza artistica.

Nulla da dire su questo ottimo lavoro di puro thrash metal anni ottanta, che ancora oggi riesce a scaldare gli animi dei metallers più attempati, ma che riesce a piacere anche ai giovani e ai novizi per la sua ruvidità e la sua sincerità, caratteristica che ha sempre contraddistinto la band dell’Arizona.

Pro

Contro

Scroll To Top