Home > Recensioni > Folk Stone: Briganti Di Montagna
  • Folk Stone: Briganti Di Montagna

    Folk Stone

    Data di uscita: 01-01-2007

    Loudvision:
    Lettori:

Tutti in taverna!

Possenti e fieri come guerrieri di un tempo remoto, con lo spirito baldanzoso di chi vive ogni giorno per l’onore, la birra e qualche moneta d’oro. Cercando di salvare la pelle. È un canto emozionante e genuino quello dei FolkStone, realtà lombarda che intreccia strumenti del folklore nordico, come le bagpipe, ed altri tipicamente italici, come la bombarda bergamasca, al companatico del metal tradizionale (basso, chitarra e batteria). Ispirati e influenzati da band come Corvus Corax, In Extremo e Subway To Sally, i FolkStone portano alto il vessillo dell’Italia pagana proponendo testi esclusivamente in italiano e non mancano di dare spazio a tutto ciò che è visivamente attinente alla loro indole. Abiti medievali, esercizi da giocolieri e giochi di fuoco non mancano nelle loro esibizioni dal vivo.
Così “Briganti Di Montagna” esplode fresco nel suo incedere trascinante, attraverso il timbro roco di Lorenzo Marchesi, che come Omorzo Cactaceo ci accoglie nel suo mondo, invogliandoci ad impugnare il boccale di birra e cantare a squarciagola insieme a lui.
Un EP autoprodotto di buonissima fattura che ci presenta probabilmente la migliore realtà folk metal di tutt’Italia. Un esordio di indiscutibile impatto. Non lasciarsi trascinare da queste ballate pagane sarebbe un delitto.

Scroll To Top