Home > Rubriche > Ritratti > Francesca Archibugi: Pittrice dell’anima

Francesca Archibugi: Pittrice dell’anima

Francesca Archibugi nasce a Roma il 16 maggio 1960. Viene scelta a sedici anni per interpretare Ottilia nel film “Le Affinità Elettive” diretto nel 1979 da Gianni Amico e tratto dall’omonimo romanzo di Goethe. Finito il liceo si iscrive al Centro Sperimentale di Cinematografia e segue i corsi di Ermanno Olmi e quello di scenografia di Leo Benvenuti.

Negli anni Ottanta appare come attrice in alcuni film come “La Caduta Degli Angeli Ribelli” di Marco Tullio Giordana.
Nel 1988 esordisce dietro la macchina da presa con “Mignon È Partita” in cui descrive con grazia i primi turbamenti giovanili e i dolori sentimentali dell’adolescenza. Il film si aggiudica cinque David di Donatello, Nastro d’Argento e numerosi premi internazionali.
Il secondo film “Verso sera” è del 1990 e ha come scenario le contestazioni degli anni Settanta, premiato anche questo con il David di Donatello e molti riconoscimenti all’Italia e all’estero.

Nel 1993 esce “Il Grande Cocomero” nel quale Francesca affronta il delicato tema della neuropsichiatria infantile: il film vince due David di Donatello; nel 1994 gira invece “Con Gli Occhi Chiusi”, adattamento cinematografico dell’omonimo film di Federigo Tozzi: la pellicola convince i critici, ma viene sottovalutata dal pubblico.

La regista segue poi il marito nella creazione di un gruppo musicale jazz e al quale dedicherà un documentario musicale nel 1997 intitolato “La Strana Storia di Banda Sonora”, presentato al Festival di Venezia.
È del 1998 “L’Albero Delle Pere”, progetto ambizioso, fin troppo pieno di argomenti, e l’esito è diseguale e poco omogeneo.
Altro film, “Domani” del 2001, un racconto ambientati dell’indomani del terremoto del 1997 in una cittadina Umbra.
Nel 2004 accetta la proposta di realizzare “Renzo e Lucia”, mentre è del 2006 il film “Lezioni di Volo”.
Il suo ultimo lavoro è del 2008, “Questione di Cuore”, una commedia con forti venature che riflette sul significato dell’amicizia.

Scroll To Top