Home > Recensioni > Franky Four Fingers: Franco Quarto Il Terribile

La Pr di Promessa

Devono avere un rapporto conflittuale con Youtube, i Franky Four Fingers: se ci si mette in cerca di loro video musicali, è più probabile che i risultati portino a video di Benicio Del Toro, che in “Snatch” portava lo stesso nome della band lombardoveneta.

A cinque anni e un EP dalla nascita del gruppo, eccoci all’album d’esordio. “Franco Quarto Il Terribile” è un disco di rock diretto, direttissimo, guidato con prepotenza da un basso che non si sentiva da tempo. Certe volte prende la strada del pop, con melodie riconoscibilissime, certe volte si avvicina a un hardcore duro e atonale. Il più delle volte è rock’n’roll agitato, non mescolato, con testi-veicolo di metafore audacissime e una certa propensione a non prendersi sul serio.

Si direbbe che sotto l’immediatezza dei brani dei Franky Four Fingers non ci sia molto. Però, signori, CHE immediatezza: un’energia d’insieme di questi livelli è difficile da trovare in un disco d’esordio.
Unica pecca: un inglese non dei migliori, e questa è la litote più tenera che abbia mai usato nella vita. I FFF dimostrano nella canzone conclusiva, la semiacustica “…”, di sapersela sbrigare bene con l’italiano: forse sarebbe questa la strada da intraprendere? Per il resto, aspettiamo con ansia il secondo.

Pro

Contro

Scroll To Top