Home > Report Live > Franz Ferdinand al Mediolanum Forum di Assago

Franz Ferdinand al Mediolanum Forum di Assago

Giovedì 3 Marzo sbarcano al Mediolanum Forum di Assago i Franz Ferdinand
Sono passati quattro anni dall’ultima apparizione in Italia e nel frattempo hanno pubblicato il disco, “Right Thoughts, Right Words, Right Action”. Se i più maligni avevano commentato il loro ritorno con il solito: “Avranno finito i soldi”, lo show di ieri sera spazza via ogni malalingua e la potenza dei riff di chitarra gli scombina i capelli.
Arrivando al parcheggio, si sente risuonare “Right Action” dalle casse di uno dei furgoncini appostati fuori e si capisce subito lo spirito della serata. È presto, ma le tribune sono già affollate e davanti al palco siedono in attesa. Al merch c’è un flusso di gente costante, che adocchia le magliette. Un fan si lascia convincere a comprare un paio di calzini con la trama della copertina di “Right Thoughts”. Questo è stile!

A riscaldare l’ambiente tocca ai Teleman, band londinese formata da ex membri dei Pete and the Pirates. Trascinati dal singolo “Cristina” e con un disco in uscita a maggio, incuriosiscono e conquistano il pubblico del Forum, con un misto di alt – pop e un pizzico di psichedelia. Mentre la tastiera infuria e il basso riflette la luce sul pubblico come un faro, la band incanta e la voce trasporta in luoghi lontani.

I londinesi scendono dal palco e ringraziano il pubblico che li applaude. Mentre lo staff prepara il palco per lo show della serata, parte “Odessa” dei Caribou e qualcuno comincia a ballare.
Finalmente salgono sul palco i Franz Ferdinand, si accendono le luci ed esplodono con “Bullet”. Chitarre graffianti ed un Kapranos in gran forma. La coreografia sul palco si accende, con animazioni diverse per ogni brano. Quando parte “The Dark Of The Matinèe” siamo tutti in piedi a cantare: “Find me and follow me through corridors, refectories and files”. Una forza trascinante. Finalmente sono riuscito a raggiungerli anche io.

Scorrono brani presi da tutta la discografia della band, cantati con un’ energia pazzesca e con riff di chitarra che vibrano dentro al testa. Avete presente il bellissimo film di Jack Black, “School Of Rock”? Nel film si dovrebbe aggiungere una clip, che mostri le performances live di Kapranos. Mossa speciale: saltare in alto e allargare le gambe il più possibile. 
I brani del nuovo disco funzionano molto bene live e il parterre si trasforma in un dancefloor. Quando parte “Take Me Out” tutto il Forum è in piedi, con le mani ondeggianti. “I say take me out” è un coro unico che investe la band. Si spengono le ultime note e subito parte “Love Illumination”. Assistiamo ad un uno-due vertiginoso, che ti stende e lascia sfinito a terra senza voce.

“Outsider” chiude la prima parte dello show e finisce con tutta la band intorno alla batteria, ognuno con una bacchetta in mano e picchiando più forte possibile. Risalgono e ringraziano Milano per tutto il calore ricevuto e ci regalano una fulminante “This Fire” con McCarthy che scende dal palco e un Kapranos indiavolato, che sale sulle strutture di scena e agita la folla. Chiudono la serata con la scura ballata “Goodybye Lovers and Friends”. 
Non ci resta che tornare alle nostre macchine. Ovviamente senza poter smettere di canticchiare: “I say don’t you know, You say you don’t know. I say… take me out!

Bullet 
The Dark of the Matinée 
Tell Her Tonight 
Evil Eye 
Do You Want To 
No You Girls 
Fresh Strawberries 
Walk Away 
Stand on the Horizon 
Can’t Stop Feeling 
Auf Achse 
Brief Encounters 
Lucid Dreams 
Take Me Out 
Love Illumination 
Treason! Animals. 
Michael 
The Fallen 
Ulysses 
Outsiders 

Right Action 
Erdbeer Mund 
This Fire 
Jacqueline 
Goodbye Lovers & Friends

Scroll To Top