Home > Recensioni > Freedom Call: Live In Hellvetia
  • Freedom Call: Live In Hellvetia

    Freedom Call

    Loudvision:
    Lettori:

La libertà di ascoltare di meglio

La pochezza di idee della maggior parte del power metal è cosa arcinota, le stucchevoli melodie da vichinghi ubriachi pure.
In ogni caso i Freedom Call hanno avuto la gentilezza di ricordarcelo con un lunghissimo doppio CD live.

I 4 crucchi confezionano un live in cui regna sovrana la noia. La sforzatissima voce di Chris Bay aggiunge sofferenza all’ascolto mentre le compatte parti di chitarra, sezione ritmica, le pacchianissime parti di tastiere epiche ed i cori da osteria a sostenere testi imbarazzanti scorrono come da copione senza nessun guizzo di originalità.

La produzione è compressa e piatta come il genere esige e probabilmente per i fan del genere andrà bene così. Agli altri non resta che rivolgersi altrove.

Yawn.
Infantile, kitsch e noioso come pochi.

Pro

Contro

Scroll To Top