Home > Report Live > Furor Gallico al Moonasterock

Furor Gallico al Moonasterock

Prendiamo la prima serata tiepida e asciutta dopo giorni di piogge interminabili, un parco, una festa che è diventata un’istituzione e una band che per una volta non deve condividere il palco con nessun altro e che quindi può sbizzarrirsi senza sosta: ecco la serata conclusiva di Moonasterock, che vede impegnati i Furor Gallico sullo stesso palco che la settimana precedente era calcato dai Longobardeath.

Per quanto la location sia spaziosa i presenti sono parecchi, appena nell’aria risuonano le prime note della intro in pochi minuti sotto il palco si forma una piccola calca, che con Ancient Rites e Curmisagios si trasforma in un pogo scatenato: difficile resistere dall’unirsi alle danze!
Complici la disponibilità di tempo e il pubblico bollente, nell’ora e mezza di concerto i nostri suonano l’intero repertorio: tutti i brani dell’album di esordio più il primo (e finora unico) inedito, “Nebbia Della Mia Terra”, tutti o quasi leggermente diversi dalla versione in studio, ma di certo non meno godibili.
Una menzione speciale va a Laura, stoica violinista sul palco nonostante le condizioni fisiche avverse, e una anche a Simone, batterista infortunato ma non per questo meno entusiasta: immensi!

Intro
Cathubodva
Ancient Rites
Medhelan
The Gods Have Returned
Nebbia della Mia Terra
Miracolous Child
Curmisagios
Venti di Imbolc
The Glorious Dawn
Golden Spiral
La Caccia Morta
Banshee

Bis:
Curmisagios
Ancient Rites

Scroll To Top