Home > Rubriche > Game of Thrones 8: la fine del gioco si avvicina

Game of Thrones 8: la fine del gioco si avvicina

La serie culto degli ultimi anni (risale al 2011 la prima messa in onda) sta giungendo alle battute finali. Ancora poche puntate e dovremo dire addio a Jon Snow, Daenerys Targaryen e tutti gli altri eroi che in quasi un decennio abbiamo imparato ad amare o anche, perché no, a odiare follemente. Il Trono di spade è così: non esistono personaggi completamente positivi o negativi, tutti hanno le loro motivazioni per compiere le proprie scelte ed è questo che li rende così umani. È quindi possibile ad esempio adorare la crudele ma affascinante regina Cersei Lannister e non digerire l’onorevole, seppure ingenuo, Robb Stark.
Adattamento della celebre serie di romanzi di George R. R. Martin Le Cronache del Ghiaccio e del fuoco (in originale A Song of Ice and Fire), il serial di HBO ha irrimediabilmente cambiato la percezione del pubblico nei confronti delle serie televisive, grazie ai suoi avvenimenti appassionanti e ai colpi di scena al limite della violenza: è ben nota ormai agli appassionati la totale assenza di plot armor dei personaggi, quella sorta di “scudo” che permette ai protagonisti di evitare la morte anche in situazioni eccessivamente svantaggiose per il solo motivo di essere gli eroi della storia. Il Trono di Spade ci ha regalato alcune delle morti più atroci e inaspettate della storia della tv, uccidendo personaggi amatissimi e punendoli per il loro eccesso di bontà o ingenuità. Del resto, come rivelava Cersei a Ned Stark nella prima stagione “Al gioco del trono o si vince o si muore”. Riuscirà l’ottava stagione, attesissima da due anni, a risultare indimenticabile come le prime?
Certamente l’hype è a mille, visto che è dalla notizia dell’inizio delle riprese che i fan si chiedono se e come gli eroi riusciranno a liberarsi della minaccia più grande, quella rappresentata dal Re della Notte e dal suo esercito di Estranei: nella settima stagione abbiamo infatti lasciato Jon e Daenerys tentare di convincere Cersei ad allearsi con loro, purtroppo con scarsi risultati.
È proprio il confronto finale contro i non morti a essere uno dei punti cardine di questa stagione finale: gli sceneggiatori Benioff e Weiss hanno puntato molto sulla puntata 8×03, “La Lunga Notte”, investendovi gran parte del budget destinato alla serie. Alla notizia di questo scontro così importante e atteso, la mente degli appassionati è andata immediatamente a un altro momento indimenticabile della storia del cinema fantasy, ovvero la Battaglia del Fosso di Helm de Il Signore degli Anelli: Le Due Torri. Probabilmente, chi si aspetta tali livelli di epicità e meraviglia rimarrà deluso: stiamo del resto paragonando uno dei film più costosi degli ultimi vent’anni a una serie televisiva che sicuramente sfiora livelli altissimi di budget ma che allo stesso tempo non può sperare di competere sullo stesso piano. Se, tuttavia, si evitano confronti con altre produzioni e si considera l’assedio di Grande Inverno come il culmine di una guerra portata avanti dalla prima stagione, lo scontro, ansiogeno e cruento com’è giusto che sia, non dovrebbe deludere le aspettative.
La guerra contro gli Estranei non è però l’unica matassa da sbrogliare in questa ottava stagione: chi diventerà re dei Sette Regni? Sarà Daenerys, la Madre dei Draghi, decisa a realizzare il proprio destino? Sarà Jon, rivelatosi il legittimo erede al trono ma riluttante a rivendicare il potere? Oppure Cersei riuscirà a sconfiggere tutti coloro che tentano di spodestarla con l’aiuto di Euron Greyjoy e la sua flotta delle Isole di Ferro? Gli autori hanno affermato che il finale sarà sorprendente: di sicuro non ci si aspetta un lieto fine, anzi, la conclusione si preannuncia piuttosto amara, con molti personaggi che probabilmente moriranno. Una delle teorie più quotate sembra essere incredibilmente quella di una lotta per il trono tra Jon e Daenerys, nonostante i due siano al momento alleati e amanti. Vero è che la Nata dalla Tempesta potrebbe vedere nel Bastardo degli Stark un rivale che potrebbe facilmente negarle il suo diritto a regnare, soprattutto se la vera ascendenza di Jon venisse rivelata, ma la Targaryen sarà in grado di mettere la sua sete di potere davanti all’amore che prova per il ragazzo? Avremo a che fare con un altro “Re Folle” nella casata dei draghi? E se così fosse, Jon Snow riuscirà a mettere da parte i suoi affetti per il bene superiore? Tutto verrà svelato nelle ultime due puntate, in onda nelle prossime settimane.
E voi chi pensate che salirà sul trono di spade? Quali pensate che siano i prossimi personaggi a salutarci per sempre? Ciò su cui tutti siamo d’accordo è che la conclusione ci lascerà a bocca aperta, che sia in positivo o in negativo.
Non vediamo l’ora di vedere come andrà a finire.

 

di Lavinia D’Adamo

Scroll To Top