Home > Recensioni > Gang: Tribe’s Reunion
  • Gang: Tribe’s Reunion

    Gang

    Loudvision:
    Lettori:

Ritorno alle origini

Un album live per uno dei più longevi gruppi di rock militante italiano: “Tribe’s Reunion” è un vero e proprio ritorno alle origini per i Gang, la band dei fratelli Sandro e Marino Severini.

Il disco è stato registrato nel corso di un concerto tenutosi il 22 febbraio 2009 all’Extra Club di Recanati. In quell’occasione la band eseguì i brani in inglese tratti dai loro primi tre lavori, oltre a tre cover (“Nobodys Hero” degli Stiff Little Finger, “Garageland” e “I Fought The Law” dei Clash).

Adesso il gruppo è cresciuto, con ben dodici album all’attivo, e dagli anni ’90 i due fratelli laureati in giurisprudenza che hanno fatto della musica la loro ragione di vita scrivono testi in italiano.

È bello tornare alle origini: il titolo è dovuto anche al fatto che per registrare questo album live i Gang si sono riuniti ai vecchi musicisti che li avevano accompagnati nella registrazione del primo album (Red, Johnny Guitar, Bum Bum, e Gugo Patchanka dei Malavida). Il risultato è un disco energico, che ricorda quello dei Clash unito ai nostri Modena City Ramblers. Un album maturo, nel quale si sentono, chiarissime, la freschezza e l’immediatezza della registrazione live.

Pro

Contro

Scroll To Top