Home > Recensioni > The Ghibertins: Square The Circles
  • The Ghibertins: Square The Circles

    Autoprodotto / none

    Data di uscita: 25-10-2015

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

‘Square The Circle’ è il titolo dell’EP di debutto dei The Ghibertins (uscito il 23 ottobre 2015), trio folk-rock milanese, composto da Alessandro Fogazzi (basso, chitarre e percussioni), Alessio Hofmann (voce,chitarra e percussioni) e Lorenzo Rivabella (chitarra e percussioni).

Sei tracce di puro e genuino folk rock di evidente ispirazione americana, complice anche la particolare formazione di questo trio, volutamente privo di una batteria, abilmente sostituita da una custodia di chitarra usata come strumento percussivo.

Ad aprire ‘le danze’, è la delicata ‘Walk Away’, una canzone amara in cui l’odio si trasforma lentamente in consapevolezza, segue ‘Round Trip’, primo singolo estratto, rimasto per circa quattro settimane nella classifica degli artisti emergenti di iTunes, pervaso da una buona dose di rabbia e delusione, in un sound dal sapore tipicamente southern rock.

In ‘Spastic’, protagonista è la notte, tra le strade di Londra, in uno ‘Spastic day after plastic night’, sottoforma di ballad acustica. L’amore si fa oggetto di rimpianto in ‘About Love And Cowardice’, dove i versi densi di tristezza e delusione si intrecciano con ricordi ormai passati. Un piglio decisamente più rock caratterizza la successiva ‘Facing A Loaded Gun’, per poi cedere il passo alla malinconica ‘Great Divide’, ultima traccia dell’album, e degna chiusura di questo EP ‘autentico e sincero’ in cui la musica diviene il mezzo per esprimere un qualcosa che va oltre le parole.

 

Pro

Contro

Scroll To Top