Home > Recensioni > Giovanni Marton: Non Sogno L’Estate
  • Giovanni Marton: Non Sogno L’Estate

    Giovanni Marton

    Loudvision:
    Lettori:

Urgenza new wave

È più forte di noi, ma è quasi un obbligo adorare qualsiasi artista che intraprende la strada new wave e incrociare le dita sperando in una sua sfavillante carriera.

Forse dipende dai canoni alla Garbo o alla Bluvertigo che toccano i sentimenti più personali dell’artista o forse è dovuto al fatto che questi vengono posti su basi minimal di musica elettronica, ma il risultato coinvolge da capo ai piedi. Questa è new wave.

Giovanni non è da meno, in questo EP con il quale prende una pausa nella produzione del suo secondo album per lasciar spazio a sei track che evidentemente avevano urgenza di essere pubblicate.

La noia è come una malattia dell’anima” canta Giovanni, problema che non lo tocca minimamente visto che le sue canzoni sono come quelle gustose patatine: una tira l’altra e alla fine ti lecchi le dita con estremo compiacimento.

Nella sua crescita musicale è stato accompagnato da personaggi illustri come Luca Urbani e Pedro Fiammingo e queste collaborazioni non fanno altro che aumentare la fede in un giovane pronto a cercare di descrivere i lati più oscuri che vivono in ognuno di noi con quella allegria amara che caratterizza la new wave.

Pro

Contro

Scroll To Top