Home > Report Live > Giulietta e l’uomo nero

Giulietta e l’uomo nero

Il concerto degli U’Papun inizia dopo le 23 a locanda Atlantide con in scena l’attore Francesco Tatone che recita i primi sei versi del Canto I dell’Inferno della Divina Commedia di Dante come introduzione a “Inutile Alchimia”, brano tratto dal primo disco della band, “Fiori Innocenti”.

Fin dall’apertura si ci rende conto che U’Papun non propongono il solito live: truccati con tribali sul volto, miscelano sapientemente elementi di teatro e musica grazie alle continue incursioni sul palco del camaleontico Francesco Tatone che veste ora i panni della morte, ora di Igor, personaggio tratto dal film “Frankenstein Junior”, e di tanti altri a cui si affianca l’interpretazione teatrale del cantante, Alfredo Colella.

Il concerto alterna brani tratti da “Fiori Innocenti” a omaggi ai grandi maestri della musica italiana, come “Centro Di Gravità” di Battiato, “Lamette” di Rettore e una versione molto rock di “Meraviglioso” del loro “compaesano” Domenico Modugno, durante il quale Alfredo Colella porta al collo una corda alla cui estremità c’è un sasso.

Lo spettacolo continua tra momenti di sola musica, come con “Raga Fiori” e attimi di puro show come quando, durante “Maledettissimi Soldi”, Alfredo e Francesco, che porta la maschera di un noto politico italiano, scendono dal palco gettando banconote finte e proponendo un allegro balletto al pubblico che ride e partecipa battendo le mani.

L’assenza sul palco di Caparezza, presente nel disco col brano l'”Appaparenza”, è colmata da un pupazzo con le sue fattezze che canta tenuto da Alfredo Colella, ma è sul finale che entra in scena la vera star della serata, Giulietta, bambola di pezza diventata la mascotte del gruppo e protagonista di una dissacrante canzone sul celebre dramma shakespeariano.

U’ Papun hanno deliziato il pubblico con una più di un’ora del loro mix di rock, folk, pop dimostrando che il connubio tra teatro e musica può aiutare a rendere più movimentato lo spettacolo e ad ancorare meglio il significato dei testi delle canzoni.

Inutile Alchimia
La Sposa In Nero
La Morte Ti Attendeva
Centro Di Gravità Permanente
L’Odore Delle Rose Selvatiche
Vivere Come Un’Attrazione
Meraviglioso
Maledettissimi Soldi
L’Appaparenza
Raga Fiori
Fiori Innocenti
Giulietta/ Sega
Biancaneve
Lamette

Scroll To Top