Home > Report Live > Animals Pink Floyd in concerto al Cross Roads Live Club di Roma: report live e scaletta

Animals Pink Floyd in concerto al Cross Roads Live Club di Roma: report live e scaletta

Sabato 20 febbraio 2016, sono stati di scena al Cross Roads Live Club di Roma, gli Animals Pink Floyd, con uno spettacolo dall’estetica e dal sound spiccatamente rock, “In The Flesh Tour ’77 Montreal”.

Una tribute band d’eccezione, per organico e finalità artistiche, una realtà ormai consolidata nella scena musicale romana, composta da abili musicisti che vantano importanti collaborazioni nell’ambito rock e progressive italiano: Andrea Codispoti (voce, chitarre elettriche ed acustiche), Aldo Recalchi (voce, basso elettrico e chitarre acustiche), Mauro Miccoli (chitarre elettriche ed acustiche), Daniele Sorrenti (tastiere, synth e programming), Roberto Cherubini (batteria), Giuseppe Russo ‘Special Guest’ (sax), Francesca Bavetta (voce) e Valentina Ciaffaglione (voce), concludono l’ampio gruppo Alberto Recchia (fonico) e Federico Fanelli (video Maker).

La grande affluenza non ha smentito le aspettative, la sala del Cross Roads era infatti gremita di un pubblico in trepidante attesa, di fronte ad un palco curato nei minimi dettagli nel tentativo di ricreare oggi quello che era lo spettacolo originario, portando in scena l’immaginario Pink Floydiano tipicamente anni ’70: schermo circolare, laser show, e il Pink Floyd Pig, tutti elementi che hanno contribuito a rendere ancor più suggestiva e affascinante la serata.

Chiunque conosca ‘Animals’ (1977), sa che è forse uno dei dischi meno rassicuranti mai creati dalla band, pervaso da atmosfere claustrofobiche e inquiete, in cui gli animali divengono il mezzo e lo specchio per descrivere le classi sociali: i cani ‘aggressivi’, come rappresentanti della legge, i maiali ‘dispotici e spietati’, i politici e la ‘mandria insana e cieca’ le pecore.

L’orario di inizio si avvicina, l’atmosfera in sala si surriscalda, la band fa la sua comparsa sulla scena accompagnata dalle immagini e dalle parole di Roger Waters pronunciate proprio nel corso di quel fatidico concerto a Montreal, quando sulle note di “Pigs On The Wing”, un petardo arrivò giù dall’anello superiore, e scoppiò rumorosamente sopra la sua testa, scatenando le ire del bassista, che di tutto punto smise di suonare, iniziando a rivolgersi con toni minacciosi al pubblico.

“Sheep” fa da apripista alla serata, dominata dal cinguettio degli uccelli e dal sommesso belare delle pecore. Dopo circa due strofe, il cantato e l’intensità della strumentazione si arrestano bruscamente per lasciare il posto ad un inquietante tappeto di note di basso e sintetizzatore, su cui si sviluppa una voce ‘estremamente filtrata’ che recita delle parole a tratti incomprensibili: una versione completamente stravolta del ‘Salmo 23′ in cui Dio è raffigurato come un macellaio che accudisce le sue pecore con lo scopo di farne costolette d’agnello.

Segue, “Pigs On The Wing (Part 1)”, una canzone d’amore in versione ‘unplugged’, semplice ed essenziale, i cui temi verranno ripresi nella successiva “Pigs On The Wing (Part 2)”. Alla brevità di questo brano si contrappone “Dogs”, canzone irrequieta, sfacciata così come vuole essere lo spirito di questo concerto.

Grugniti di maiali e una grottesca alternanza di versi ‘urlati’ e ‘sussurrati’, fanno da sfondo a “Pigs On Three Different Ones”.

L’irrompere delle prime note dell’indimenticabile “Shine On You Crazy Diamond (Part 1-5)”, ci riporta indietro nel tempo, e diviene omaggio allo straordinario ‘genio’ di Syd Barrett, dando il via a tutta una serie di intramontabili brani che hanno reso il nome dei Pink Floyd un emblema della storia del rock: “Welcome To The Machine”, “Have a Cigar”, “Wish You Were Here”, “Money” e “Us & Them”, impreziosite dal sax di Giuseppe Russo.

Un improvvisato e irriverente ‘blues’ è la degna chiusura per una serata passata all’insegna della passione e della condivisione, perchè anche se troppo spesso ce ne dimentichiamo “l’unione fa ancora la forza!” e questi ragazzi  lo dimostrano!

 

 La scaletta della serata:

Sheep

Pigs On The Wing (Part 1)

Dogs

Pigs On The Wing (Part 2)

Pigs On Three Different Ones

Shine On You Crazy Diamond (Part 1-5)

Welcome To The Machine

Have a Cigar

Wish You Were Here

Shine On You Crazy Diamond (Part 6-9)

Money

Us & Them

Blues

 

Scroll To Top