Home > Rubriche > Compilation > gli Occulti Supersovrani dell’Universo

gli Occulti Supersovrani dell’Universo

Nome: Occulti Supersovrani dell’Universo.

Chi gliel’ha dato? Se lo sono dati da soli, e se ne vantano. Il loro ufficio marketing dev’essere composto da 11enni. Che poi non si capisce se è proprio il nome della razza in blocco, o quello della loro specifica cumpa di amici, tipo che al loro paese (Nexus di Sominus, che in marziano significa pressappoco “Castel di Sangro”) girano sotto i portici terrorizzando gli anziani con quintali di brillantina nei capelli e la giacca di pelle con ricamato sopra “OSdU” e, quando passano, le ragazze urlano “TI AMO” e svengono. In ogni caso così si autodefiniscono, e così vengono chiamati per tutto il film. L’unica cosa che mi stupisce è che non esista ancora una band post-emo post-ironica post-icazzi che si sia fregata il nome.

È colpa degli americani? Che gli OSdU esistano, no. Che gli OSdU minaccino la Terra, sì. Dovete sapere che c’è quetso enorme centro scientifico-astrologico che sembra la NASA ma non è, in cui hanno pensato che fosse una cosa furba ed educata inventare e costruire un raggio teletrasportatore da puntare a caso nell’Universo e, al grido di “Se Maometto non va alla montagna, che – senza offesa – vada a farsi fottere”, calamitare ignari alieni random sulla Terra scopo studio biomedico e incursione anale. La prima volta va discretamente di culo: con tutti gli alieni grossi, incazzosi e pericolosi che girano nella Galassia, vanno a centrare un papero di nome Howard e, mollando la presa proprio all’ultimo, lo catapultano senza alcuna protezione nel retro di un locale. Che dico io, potevano ammazzarlo. E sarebbe stato il più sadico, ingiustificato, disumano, gratuito omicidio a cui avrei mai assistito. Si può sapere come ragionano??? Non contenti, ci provano una seconda volta e a questo turno centrano in pieno un gruppo di OSdU i quali urlano “grassa!” e si sfregano le zampe in attesa di sottometterci tutti. La prima fase del loro piano consiste nel possedere Jeffrey Jones stile Esorcista (la dinamica non è chiara, ma permette di risparmiare un sacco di soldi in effetti speciali). Poi al momento propizio si rivelano per quella specie di scorpio-scarrafoni orribili con mille tentacoli uncinati che non sono altro.

Altezza: Jeffrey Jones è 1,94 già di suo e basterebbe da solo a giustificare l’inserimento in Mostrologia. Gli OSdU al naturale a occhio ci aggiungono mezzo metro/un metro al massimo.

Specifiche tecniche: limitandoci in questa sede alla versione cinematografica, non si capisce molto bene. Ha il corpo di uno scorpione, ma una bocca enorme che lo classifica come lo Steven Tyler degli scorpioni. Ha quattro grosse zampe posteriori che gli permettono di stare in posizione eretta senza eccessivi problemi, anche se il fatto che tali zampe finiscano con un mega-unghione appuntito implicano che ciò sia l’equivalente di reggersi su quattro tacchi a spillo. Nonostante tutto, l’eleganza della sua camminata non ne risente, e nemmeno la sua virilità. Le sue manone sono tipo ventose squadrate con quattro ditoni/unghioni agli angoli. Spuntano ulteriori tentacoli e uncini in altre parti random del suo corpo.

Filmografia essenziale: “Howard e il destino del mondo”. Nessuno si è mai azzardato a chiedere il bis.

Vittime preferite: tutti! Chiunque non sia della loro cumpa. Il nome non se lo sono mica scelti a caso, ci sono specifiche mire politiche. Ma la loro attenzione circostanziale è attirata dal trio meraviglia composto da Tim Robbins, Lea Thompson e un nano con un costume di piume.

Mossa preferita: hanno diverse possibilità. Una è farti schiattare d’infarto dal gran che sono brutti: per dire, Tim Robbins come li vede collassa. L’altra è artigliarti con i loro lunghi tentacoloni unghiati o con la coda scorpionesca. Ma la loro preferita è sparare un cazzutissimo raggio laser dagli occhi. L’unica cosa curiosa è che quando posseggono un umano sono dotati anche di poteri telecinetici che al naturale non funzionano, o semplicemente dimenticano di usare (IMHO avrebbero fatto comodo per i loro scopi, e lo dico anche se dentro di me non li condivido).

Omicidio migliore: purtroppo non ammazzano nessuno. Sopravvive perfino Jeffrey Jones post-possessione. Dopoditutto si tratta pur sempre di un film per bambini. Un film per bambini in cui inquadrano preservativi, saune promiscue e papere in topless, ma pur sempre un film per bambini che non si capisce come mai abbia fatto fiasco al botteghino.

Come si sconfigge: niente di più facile. Prendete uno di quei megacannoni laser che si trovano ormai nelle cucine di ogni famiglia, e gli sparate addosso.

Ricorda una figa? Ho detto che è un film per bambini! …Sì.

Lo compreresti? No. Ma annuncio qui e ora che la mia nuova band si chiamerà “Gli Okkulti Suxsovrani dell’Universo;) LOL ^_^”. Fregati.

Scroll To Top