Home > Recensioni > Glyder: Playground For Life
  • Glyder: Playground For Life

    Glyder

    Loudvision:
    Lettori:

Heavy Rock d’Irlanda?

Dai prati, nuvole, pioggie e panorami d’Irlanda, arrivano a noi i Glyder, con una proposta sonora che poco ha a che spartire con la tradizione musciale della loro Madre-patria. A parte i rimandi, stilistici o forse più sonori, ai conterranei Thin Lzzy.
I Nostri calano gli assi già nell’opener “Gambler Blues”, convincente specie di hard-blues dalle suggestioni vintage e vagamente NWOBHM, che cede poi il posto a “Sweet”, canzone anch’essa abbastanza ben riuscita, dai neanche troppo velati richiami maideniani.
Il livello qualitativo non è purtroppo omogeneo lungo tutto lo scorrere del disco (come a dire, no è sempre “Dark Meets Lights”), e la timbrica del cantante (e bassista) Tony Cullen appare spesso troppo monocorde, andando così ad inficiare quanto di buono, assieme ai suoi colleghi alle chitarre e alla sezione ritmica, riesce strumentalmente a creare.
Ad ogni modo, la band ha dalla sua un’attitudine melodica non comune nel panorama hard’n’ heavy (nella sua accezione più ampia, qui si passa infatti dal metal classico al rock da classifica senza tanti complimenti), per via della sua ferma intenzione di miscelare in un unicum razionale idee mainstream a intuizione cult. Intenzione che non sempre trova il proprio agognato lieto fine, va detto, ma che quando ci riesce, vedi “Sleeping Sun”, ballad con groove, caratterizzata dalla giusta tensione emotiva, fa in ogni caso la sua figura.
Ma è tra i buoni propositi melodici (soprattutto strumentali) e linee vocali non proprio inappuntabili, tra buone performance e cattiva veste sonora, che si consuma il dramma di “Playground Fopr Life”, un lavoro che nasce per rimanere, provando a definire e affermare il proprio carattere nonché la personalità della band sua genitrice, riuscendoci però solo a tratti e comunque mai completamente. In definitiva non graffiando e insinuandosi nei territori, proprio a tanti, del senza infamia e senza lode.

Scroll To Top