Home > Report Live > Good vibes fra le Alpi

Good vibes fra le Alpi

Arrivederci Friuli!

Siamo al termine della 16ima edizione del Rototom Sunsplash, edizione che ha visto ancora una volta una grande partecipazione di un pubblico educato, pacifico e soprattutto tollerante.
Coloro che invece si sono dimostrati meno tolleranti sono stati alcuni rappresentanti delle forze dell’ordine che, senza alcun motivo legato ad emergenze di ordine pubblico, hanno tenuto in questi giorni di festival un atteggiamento vessatorio nei nostri confronti e nei confronti del nostro pubblico con continui controlli, blitz nelle tende, intimidazioni e forme investigative improprie, rasenti l’abuso.

Ogni giorno hanno insistentemente ispezionato il festival: polizia, carabinieri, guarda di finanza, NAS, NOE, ispettorato del lavoro, vigili del fuoco, vigili urbani e chi più ne ha più ne metta!
Tale zelo, per non chiamarlo accanimento, invasivo e pretestuoso, ha rischiato di inficiare quello che è da sempre il marchio qualificante del Rototom Sunsplash: l’atmosfera, l’armonia, la pace che si respira una volta varcati i cancelli del festival.

Abbiamo coltivato il sogno di poter vincere una scommessa, con il vostro fondamentale aiuto: dimostrare che si può convivere rispettandosi, tollerandosi ed amandosi gli uni con gli altri pur essendo di razze, culture e credo differenti.
Fin qui questo sogno l’abbiamo sempre realizzato e abbiamo tutta l’intenzione di lottare con tutti i mezzi possibili affinché continui anche negli anni a venire. A costo di cambiare sede, a costo di cambiare nazione.
È per questo che quest’anno non annunceremo, oggi e da qui, ne le date ne le locazione della prossima edizione ma vi invitiamo a seguire direttamente dal nostro sito i prossimi sviluppi della situazione.

Ringraziamo nuovamente tutti voi non solo per essere venuti, ancora una volta molto numerosi, ma soprattutto per aver dimostrato che il popolo del reggae ama la pace e non cade nel tranello della provocazione.
Questo popolo merita un trattamento ed un’accoglienza migliore perché questo popolo potrà costruire un futuro migliore per il nostro pianeta.
E ringraziamo ancora una volta, sperando che non sia l’ultima, la splendida accoglienza del paese di Osoppo, dell’amministrazione tutta, e di questo splendido Friuli dove il festival è nato e cresciuto fino ad oggi.

Stateci vicini e lottiamo insieme. Per i nostri diritti, la nostra libertá e per il prossimo Rototom Sunsplash, sempre nel segno della pace e della libertà.

Ass Cult Rototom
12.07.2009

Scroll To Top