Home > Recensioni > Gotan Project: Tango 3.0

Correlati

Sabor Argentino

A distanza di quasi quattro anni dall’ultimo album, i Gotan Project pubblicano il loro terzo lavoro, “Tango 3.0″, undici tracce dense non solo delle ormai ben familiari atmosfere di Buenos Aires unite all’elettronica, ma contaminate anche da armoniosi giri di jazz e blues.

Un’esasperata ricerca di raffinatezza, eleganza ed originalità sembra sempre muovere il trio, che celebra l’Argentina in tutte le sue più mirabili note, rendendo omaggio persino a Julio Cortázar, autore dell’omonimo libro molto celebre negli anni ’60.

Alla realizzazione del disco hanno collaborato Cristina Villalonga, il Maestro Melingo al bandoneòn, Dr. John all’organo Hammond e l’urlo del leggendario commentatore sportivo argentino Victor Hugo Morales.

Difficile non lasciarsi conquistare dalle travolgenti sonorità dei Gotan Project. Nonostante la ricetta di volta in volta non subisca drastiche variazioni, il gruppo riesce sempre a trovare una nuova chiave di lettura, un nuovo modo di evocare mondi e atmosfere che sanno di lontano e fascinoso. La rivalsa del tango continua, senza dimenticare di porre l’accento sulla sperimentazione.

Pro

Contro

Scroll To Top