Home > Recensioni > Grave Digger: The Clans Will Rise Again
  • Grave Digger: The Clans Will Rise Again

    Grave Digger

    Data di uscita: 01-10-2010

    Loudvision:
    Lettori:

Come Back To Scotland

A distanza di 14 anni da “Tunes Of War”, questo nuovo album riporta la band teutonica nelle magiche Highlands scozzesi, dove per anni hanno combattuto i diversi clan per la libertà della loro nazione. Il nuovo lavoro offre la band in splendida forma, capace anche dopo trent’anni di carriera di proporci un power metal degno di tale nome.

Le canzoni sono un concentrato di pura energia. I primi tre pezzi racchiudono quello che è la loro filosofia musicale: aggredire l’ascoltatore senza dargli un attimo di respiro, portandolo con la mente nei paesaggi sconfinati della Scozia in costante battaglia con gli inglesi. In sintesi, un lavoro che rende in tutte le sue sfumature senza minimi cenni di calo.

“Possono toglieri la vita, ma non ci toglieranno mai la libertà!”. Uno dei discorsi più celebri di William Wallace, che ha infiammato tutti noi scottofili, avrà certamente entusiasmato anche i Grave Digger, che da allora (1996) sono partiti per la ‘tangente’ Scozia e non si sono più fermati. Tuttavia, rispetto a “Tunes Of War”, considerato il loro capolavoro discografico, “The Clans Will Rise Again” rispecchia quello che sono i Grave Digger oggi; una band che non scende mai a compromessi ma che riesce sempre a convincere il pubblico con questi concept che sicuramente non potrà non piacere a chi ama la Scozia e la sua storia.

Pro

Contro

Scroll To Top