Home > Recensioni > Gruff Rhys: Hotel Shampoo
  • Gruff Rhys: Hotel Shampoo

    Gruff Rhys

    Loudvision:
    Lettori:

Furry Welsh

Gruff Rhys è gallese, è il front man dei Super Furry Animals ed è al suo terzo album solista. Soprattutto, colleziona boccettini di shampoo.
Non è che sia solo un collezionista, è proprio un maniaco e intorno ai boccini ci ha costruito un album e una mostra al Chapter Arts di Cardiff. Si diverte con poco, insomma.

E che bell’album! Ricorda quei regazzini furbetti e smaliziati che si mettono il vestito buono per far bella figura con i genitori della tipa. La finalità non è sposarsi, naturalmente.
Per dirla utilizzando un lessico adatto: poppettaro e psichedelico, si dà un tono con archi, fiati e pianoforte aggressivi e presentissimi in tutti i brani.

«Vieni?». «Un momento! Ho le scarpe!».
Così inizia “Hotel Shampoo”. Se per caso fra i lettori ci fosse qualcuno che ricorda in quale film venga pronunciato questo dialogo lo comunichi! LoudVision ha in serbo una grossa sorpresa per voi!
Appurato che Gruff sicuramente fa parte della categoria di persone che negli hotel a colazione si fanno di nascosto i panini per il pranzo, sta ancora più simpatico.
Il disco è divertente, ricorda il mare, l’estate, il sesso, la droga e i Beach Boys.
La copertina è splendida, così come la sezione del sito relativa ad “Hotel Shampoo”.

Pro

Contro

Scroll To Top