Home > Rubriche > Eventi > Halidon Day: Questo è il paese surreale

Halidon Day: Questo è il paese surreale

È nell’amena cornice del Crazy Jungle, locale alle porte di Milano, che ci accoglie Halidon: realtà discografica coinvolta nella ricerca, sviluppo, produzione e distribuzione di progetti musicali indipendenti.

La serata, denominata per l’appunto Halidon Day, si snoda attraverso uno showcase durante il quale ad esibirsi sono alcuni nomi del roster artistico dell’azienda.
L’idea, che probabilmente verrà ripetuta e aperta al pubblico, nasce da un tributo che Halidon sente di dover fare alle numerose band emergenti che, nonostante il momento di crisi del settore discografico, stanno dimostrando una grinta e una voglia di fare assolutamente da premiare.

Ad aprire le danze è Daniele Ronda, giovane cantautore piacentino e già paroliere per diversi artisti, tra cui Mietta, Nek e Massimo Di Cataldo. In questa sede Ronda ha proposto alcuni suoi pezzi, tra cui “Lo So, Sei Tu”, con cui Daniele è entrato nella Top Ten della classifica delle web radio e delle radio locali curata da MEI.

Seguono i MalaMonroe, quintetto marchigiano dedito al synth-rock, capitanato dalla carismatica Eleonora Fiorani che, tra un passo di danza e un grazioso ammiccamento, lascia trasparire una voce calda, suadente e grintosa. A gennaio è prevista l’uscita del loro 1° album di inediti, per ora il gruppo si è dedicato soprattutto alla produzione di cover, adattando canzoni del passato al loro stile fresco e grintoso.

Direttamente da Jesolo, ma forse sarebbe meglio dire da Tokyo visto che il loro album è stato lanciato prima in Giappone e da noi arriverà solo il 16 ottobre prossimo, ecco gli irriverenti The Glamour Manifesto, che sanno distinguersi per un interessante quanto innovativo mix di rock ed elettronica, ricco delle influenze più disparate che vanno dal pop all’r&b, passando per l’indie rock.
Dal vivo la band sa catalizzare l’attenzione, con performance divertenti, sorprendenti e ricche di esplosiva energia.

È poi la volta dei Siculounge Project, quintetto nato con la determinata volontà di riportare alla luce le classiche canzoni popolari rappresentative della Sicilia, donando loro sonorità jazz ed eleganti sfumature lounge e fusion.

La parte conclusiva dello show-case è dedicata a due gruppi presenti sulla scena indipendente già da molto tempo e che hanno già raccolto una buona dose di consensi e critiche positive.
I primi sono i Mistonocivo il cui nuovo album di inediti, “Zerougualeinfinito”, è in vendita dal 24 aprile scorso. Il loro è un sound ruvido e trascinante che non manca di offrire momenti più tenui grazie ad incursioni ballad e melodiche.

I secondi, e conclusivi dell’Halidon Day, sono i Serpenti, eclettico duo nato nel 2006 capace di fondere la passione per il rock con l’adrenalina della musica dance-elettronica. Il risultato è un sound ipnotico, cadenzato e strutturalmente potente. “Sottoterra” è il loro album d’esordio, rilasciato nel febbraio scorso; ora la band è impegnata nella realizzazione del video del terzo singolo: “Se Lascio Perdo”, e nel contempo si dedica ad esibizioni live d’impatto e sicuro gradimento.

La serata si conclude, l’atmosfera giovane e ricca di entusiasmo lascia il posto ad un rinfresco innaffiato da ottima Sangria. Dopodiché si spengono le luci e tacciono le voci

Scroll To Top